Pillole di Politica e mafia a Castelvetrano

 

In riferimento all’articolo  “La strana storia del Vice Questore Michele Messineo” scritto da Gian J. Morici e da noi condiviso, e con cui questo blog auspica la più utile collaborazione informativa, emergono nuovi fatti per i quali sempre più appare inquietante la trascuratezza di taluni organi nazionali.

Quasi a fare da megafono al calunniatore Calcara Vincenzo, presentava interrogazione parlamentare  l‘On. Gasparri dell’allora Movimento Sociale Italiano (MSI), partito, questo, nel quale Calcara si era messo in lista per il Consiglio Comunale di Castelvetrano e ottenendo 65 voti di preferenza.

Però Calcara pontificava di campagna elettorale fatta a favore del Cav. Benito Caradonna e in ciò indirizzato dal Prof. Vaccarino e dal Dott. Michele Messineo. Accusava l’On. Cristaldi e l’Avv. Palminteri di essere suoi vivandieri della latitanza non citando altri del MSI che magari l’avevano messo in lista, avversari nello stesso partito. E’ stato assolutamente trascurato che il Cav. Caradonna non aveva potuto fare nessun festeggiamento in quell’occasione elettorale alla quale lui diceva di aver preso parte perchè non era nemmeno candidato.

Perchè a fronte di tali paradossali bugie, per altro ampiamente subito riscontrate, il Deputato Gasparri veniva sollecitato perchè il Questore Vicario di Trapani Dott. Michele Messineo venisse infangato di tali calunnie. Troppi interrogativi con delle risposte fin troppo evidenti sono stati finora messi a bagnomaria.

Pare che la Magistratura inquirente abbia finalmente assunto l’onere di scoprire ogni cosa.

Messineo è stato il più giovane funzionario della Polizia di Stato – bloccato nella carriera.

Rino Germanà – scampato miracolosamente ai kalashnikov di Bagarella e Messina Denaro.

Vaccarino “l’astro nascente della D.C. – arrestato e per 5 anni nell’inferno di Pianosa.

Linares – promosso e rimosso.

Sodano – Prefetto invalidato.

Questi sono solo alcuni dei capitoli di un voluminoso libro, già scritto ma “colpevolmente ” intonso.

Quel che è accaduto con Igor il Russo in Spagna forse avrà analogo svolgimento con la Francia per il disvelamento di misteri nostrali.

Il circolaccio

Maurizio Franchina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

C'è una parte di "società civile" che sta proteggendo Matteo Messina Denaro

Mar Dic 19 , 2017
  Il boss trapanese è latitante da 25 anni anche grazie alla protezione di imprenditori e politici. Che con Cosa Nostra fanno affari e si arricchiscono. Andando a costruire un welfare mafioso a tutela del latitante   C ’è un primato italiano che il mondo occidentale non ci invidia: la […]