Consip, Renzi: “Usata per gettare fango su di me”. Interrogazione Pd: “Governo valuti se alcuni carabinieri tramarono”

Il caso Consip fa incazzare Renzi

Possibile l’uso della magistratura per finalità politiche?
E se è cosi chi avrebbe complottato contro Renzi e perchè ?

 

Preoccupazione del mondo politico per le ultime rivelazioni sull’inchiesta sulla società pubblica. Parisi (Ala-Sc): “Allarmanti attacchi a democrazia”. Carte Csm in procura a Roma, saranno analizzate dagli inquirenti nei prossimi giorni

 

Penso che qualcuno che voleva utilizzare Consip per gettare fango su di me vedrà il fango ritorcersi contro, come per l’Expo, come per il Jobs act. Le intercettazioni sono state falsificate per montare un presunto scandalo contro un esponente delle istituzioni”. Matteo Renzi parla, intervistato dal direttore del Foglio Claudio Cerasa, per la prima volta della inchiesta Consip dopo le rivelazioni della pm Lucia Musti e nel giorno dello scontro tra la magistrata e il colonnello dei Carabinieri Sergio De Caprio (il capitano Ultimo) che respinge e ribalta le accuse.

“Stimo e rispetto i magistrati e i carabinieri – aggiunge Renzi – perché penso che la stragrande maggioranza siano persone di alto livello a cui riservare gratitudine. Chi è al centro di queste vicende deve avere rispetto delle istituzioni. C’è un giudice a Roma e noi ci fidiamo dei giudici. Si tratta di una vicenda umana che mi è costata, so che persone a me molto care stanno soffrendo per questo”. 

Lascia un commento

Next Post

Sicilia, sanità: la nuova rete voluta dall'assessore Gucciardi costa troppo

Sab Set 16 , 2017
“Sanità, la nuova rete costa troppo Troppe ombre sul Giglio di Cefalù” Il  Procuratore generale sul piano degli ospedali: “Se attuato, provocherebbe un’impennata dei costi che l’assessorato non quantifica”. Un piano tanto pubblicizzato da Gucciardi e suoi fedeli amici che sa molto di campagna elettorale e che non viene  visto bene […]