Castelvetrano: l’ennesima alluvione mette in evidenza la malagestio ventennale delle fognature e dei servizi idrici

 

Fognature in tilt e l’acqua torna ad uscire dai rubinetti con la stessa “puzza” di quest’estate

Nonostante decine di milioni spesi negli ultimi 15 anni tutto è sempre molto precario

Ieri a Castelvetrano si è sfiorata la tragedia.

Una bomba d’acqua ha messo in ginocchio la città è il territorio. Molti cittadini hanno puntato il dito contro i commissari. In parte , Caccamo e compagni ,hanno la  sola responsabilità di non avere diramato l’allerta meteo in tempo e avere organizzato una task force.

Sui i disastri della rete della fognature , sulle strade  piene di buche e sui servizi idrici obsoleti di certo colpe non ne hanno. Gli allagamenti in alcune zone di città sono roba vecchia.

Quante volte i cittadini già con il sindaco Gianni Pompeo hanno lamentato i disagi per il fiume d’acqua che arriva dalla zona nord della città e allaga Piazza Stazione e via Partanna?. Quante volte si è detto e si è scritto che Castelvetrano ha un sistema fognario e idrico antiquato e inefficiente?

Dal 2002 lo dicono decine di articoli e anche i tanti costosissimi interventi fatti dal comune e su cui nessun magistrato ha mai indagato. Nel corso degli  ultimi 15 anni  sono stati spesi oltre 10 milioni di Euro per la manutenzione di  fognature, strade e acquedotto.

I risultati sono a dir poco disastrosi. Eppure gli appalti e gli affidamenti il comune li ha dati e quasi sempre alle stesse persone e alle stesse ditte.  Una evidente “grande” fiducia degli amministratori verso alcune aziende spesso gestite dalle stesse persone che, visto i risultati non hanno fatto di certo un buon lavoro. In questo momento è anche il caso di ricordare che, nelle nuove lottizzazioni,nessuno mai ha verificato come sono state realizzate le fognature e come scaricano . Di fatto, la zona bassa di Castelvetrano, ad ogni forte acquazzone si allaga. Da decenni i cittadini si lamentano e il problema , nonostante i milioni di Euro spesi, non si è mai risolto. Adesso, anche la beffa di sentirsi accusati di “evasione”.  Qualche furbo, con la complicità dei potenti ha evaso e tanto e sporattutto avrà goduto di fogne e acqua non dovuti.

Il comune, ad esempio, ha mai pagato i danni per i tanti allagamenti subiti da civili abitazioni e commercianti?

Perchè i commissari non indagano sulla “malagestione”  di questi servizi e sui  soldi spesi per le manutenzioni che non hanno risolto nulla? E’ possibile che tutti questi milioni di euro abbiano portato risultati scarsissimi? Senza entrare nell’eventuale  interesse della famiglia mafiosa locale su questi affari(  strano ma sembra che nessuno abbia mai indagato) .Ai cittadini di Castelvetrano, tra la Saiseb che ha realizzato le fognature di Selinunte(  ieri completamente allagata), le montagne di denaro spese per Castelvetrano, quanto deve costare il servizio dei reflui e dell’acqua degno di un paese civile? Quello che si è visto ieri è certamente un notevole disservizio e anche rischio per l’incolumità dei residenti.

Di seguito alcuni comunicati più recenti  che annunciavano interventi e appalti. Non sono considerati decine di interventi per  centinaia di migliaia di Euro per motivi d’urgenza

Anno 2008:

 

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Gianni Pompeo, ha affidato lavori pubblici per oltre 300mila euro attraverso una serie di cottimi fiduciari, per una serie di importanti interventi di riqualificazione di strade, istituti scolastici ed edifici di culto.

L’intervento più cospicuo ammontava ad € 172.500,00 di cui € 134.150,06 per lavori a base d’asta, € 4.603,35 per oneri per la sicurezza ed € 33.745,69 per somme in amministrazione, per i lavori di rifacimento delle vie Caduti di Nassiryia, Francesco de Sanctis, Nazario Sauro e Giacchino Rossini.

L’offerta migliore, con un ribasso del 13,33%, è pervenuta dalla ditta Pegaso Ambiente di Castelevetrano, che si è aggiudicata la gara per l’importo di € 116.260,60 più iva ed oneri. L’intervento consisterà nella ripavimentazione delle vie sopradette, in special modo la via Nassiryia, è ormai un nodo viario fondamentale vista che collega l’area commerciale con lo svincolo autostradale e la SS.115.

L’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Gianni Pompeo, ha deliberato di approvare il progetto relativo al Servizio di gestione dell’acquedotto comunale “lettura e fatturazione consumi acqua e fognature e depurazione, manovre idriche,controllo potabilità dell’acqua e pulizia fontane e fontanelle”per un importo complessivo di € 840.000,00 per un triennio.

Il dirigente del settore Opere Pubbliche, ha ricevuto l’incarico di predisporre gli atti necessari per l’affidamento del servizio con l’istituto dell’asta pubblica. La gestione precedente, che è scaduta lo scorso 30 marzo,era affidata alla ditta Pegaso Ambiente di Castelvetrano. Le particolari esigenze che si sono manifestate nell’ultimo periodo hanno indotto l’Amministrazione Comunale ad ampliare alcuni servizi collegati alla precedente gestione, in modo da raggiungere risultati più significativi sulla gestione dell’acquedotto.

Il servizio prevede, quindi, la lettura dei contatori dei consumi al domicilio dell’utente, la fatturazione dei consumi, la consegna all’utente, la compilazione degli elenchi dei morosi, le lettere di sollecito etc. Alla data del 1 gennaio 2008 gli utenti allacciati alla rete idrica sia del centro urbano che delle frazioni, sono circa 11.500. Il trattamento di disinfettazione dell’acqua potabile distribuita alle utenze, con il controllo giornaliero della quantità di cloro, attraverso campionamenti effettuati dai rubinetti, o dai serbatoi di accumulo. La verifica giornaliera del corretto funzionamento degli impianti elettromeccanici di emungimento acqua, installati nei pozzi di acqua potabile e nelle stazioni di accumulo, l’esecuzione delle manovre idriche per la distribuzione dell’acqua potabile in città, garantito per tutti i giorni dell’anno, compreso i festivi, la verifica e la manutenzione ordinaria e la pulizia delle fontane ubicate nelle ville comunali e nelle piazze, per assicurarne il corretto funzionamento. La verifica e la manutenzione ordinaria e la pulizia settimanale delle fontanelle ubicate in tutto il territorio comunale.

La sostituzione, ogni anno, di 100 contatori idrici risultati danneggiati o illeggibili durante il servizio di lettura dei consumi alle utenze ed infine la costruzione di nuove utenze idriche, massimo 100 per ogni anno, relativa ai nuovi contratti stipulati durante l’arco temporale dell’appalto. Il lavoro consisterà nella fornitura e nella collocazione di tutto il materiale occorrente per la nuova utenza. La spesa complessiva della gestione annua ammonta ad € 226.000,00, per cui per il triennio dell’appalto ,che decorrerà dal 1 luglio 2008 e fino al 30 giugno 2011, si avrà un importo complessivo di € 678.000,00 ( di cui € 675.117,00 soggetti ad offerta economica ed € 2.883,00 relativi agli oneri per la sicurezza) oltre ad I.V.A pari al 20%.

 

Castelvetrano 2011 

Il Sindaco della città di Castelvetrano, Dr. Gianni Pompeo, unitamente all’assessore ai Lavori Pubblici, avv. Girolamo Signorello, rende noto che è stato aggiudicato il bando per i “Lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria di strade e fognature comunali per l’anno 2011-2012”. L’importo complessivo dell’appalto era di € 600.000,00 di cui € 450.000,00 per lavori a base d’asta, mentre gli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso corrispondono ad : €. 13.500,00 e le somme in amministrazione ad € 136.500,00.
Delle 129 offerte pervenute ad aggiudicarsi i lavori è stata la ditta Gesaf srl, corrente in Mazara del Vallo, che ha praticato un ribasso d’asta del 23,3843% e si aggiudicata i lavori per la somma di € 344.770,65. Al secondo posto si è classificata la ditta Ma Van srl di Mussomeli che aveva praticato un ribasso del 23, 3841%. Si tratta di una gara a contratto aperto che prevede la realizzazione di una serie di interventi su assi viari cittadini che saranno realizzati sulla base di un’accurata pianificazione che avverrà nei prossimi mesi.

 

 Anno 2011 :Aggiudicato il Bando per la gestione dell’acquedotto comunale per il triennio 2011-2014

Il Sindaco della città di Castelvetrano, Dr. Gianni Pompeo, unitamente all’Assessore ai Servizi Tecnici, Avv. Girolamo Signorello, rendono noto che è stato aggiudicato il bando di gara per il Servizio di gestione dell’acquedotto comunale per il triennio 2011-2014 che comprende la lettura e la fatturazione consumi acqua, fognatura e depurazione, il controllo della potabilità dell’acqua, le manovre idriche, la pulizia delle fontane e delle fontanelle su tutto il territorio comunale. L’importo complessivo del progetto era di €. 1.100.000,00, di cui €. 563.742,60 per la gestione dell’acquedotto comunale, €. 302.073,75 per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria da effettuarsi negli impianti acquedottistici, €. 9.062,25 per oneri per la sicurezza e €. 225.121,40 per somme a disposizione dell’amministrazione. All’apertura delle busta si è appurato che era pervenuta una sola offerta e, valutata la documentazione prodotta si è aggiudicato il bando alla ditta Edil Ambiente srl( ex Pegaso) corrente in Mazara del Vallo (Tp) in via Itria, che ha praticato un ribasso d’asta del 2,10% e si aggiudicata i lavori per la somma di € 847.634,21, che sommate ad €. 9.062,25 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso, danno un totale di € 856.696,46.

Sintesi del progetto

Il bando si è reso necessario perché l’Ufficio Tecnico del Comune, che è istituzionalmente responsabile degli impianti idrici comunali che gestisce direttamente, al fine di rispettare le prescrizioni di legge in materia di controllo della qualità delle acque, destinate al consumo umano, fornita dai pubblici acquedotti, per mantenerli in perfetta efficienza e per garantire una corretta distribuzione idrica, effettua direttamente la manutenzione ordinaria, quella straordinaria e tutti i

controlli di routine prescritti dalla normativa di riferimento (D.Lgs 02/02/2001, N. 31). A tal fine, l’Ufficio, stante l’esiguo personale in servizio – peraltro non dotato di specifica professionalità nel settore – e alla totale mancanza di idonee attrezzature, si avvale di imprese specializzate nel settore con l’affidamento dei lavori tramite appalti pubblici. Per quanto sopra, al fine di assicurare un corretto servizio, è necessario predisporre un nuovo appalto che preveda la “bollettazione e notifica dei canoni acqua e reflui, lettura dei contatori, con eventuale sostituzione di quelli non funzionanti, la piccola manutenzione della rete idrica,il controllo delle pompe, controllo delle utenze temporanee scadute come concessione, il controllo degli appresamenti non censiti e la manutenzione delle fontane e delle fontanelle di distribuzione dell’acqua dislocati in tutto il territorio comunale”, per riaffidare la gestione dell’acquedotto comunale, a una nuova impresa specializzata. Conseguentemente è stato redatto il presente progetto che, sinteticamente, prevede l’esecuzione dei seguenti interventi: Lettura contatori dei consumi di acqua a domicilio dell’utente, la fatturazione degli stessi, la produzione dei ruoli, l’aggiornamento dell’anagrafe degli utenti allacciati all’acquedotto. Gli utenti allacciati alla rete idrica del centro urbano e della frazione di Triscina sono circa 11.500, nel periodo di durata del presente servizio si prevede un incremento di circa 750 utenze. Il Trattamento di disinfettazione dell’acqua potabile distribuita alle utenze del centro urbano della Città.

 2013 :La Giunta Municipale guidata dal Sindaco Avv. Felice Errante, ha deliberato di approvare il progetto esecutivo dei lavori di manutenzione ordinaria di strade e fognature comunali per l’anno in corso per un importo complessivo di 190mila euro.

Redazione

Il Circolaccio

C

Lascia un commento

Next Post

SI PUÒ EDUCARE ALLA BELLEZZA?

Gio Feb 8 , 2018
  In questo duro periodo che la città di Castelvetrano sta attraversando, oltre a essere bravi tutti a criticare quello che gli amministratori succeduti negli anni hanno causato alla città, ricordandoci però che non sono saliti al, chiamiamolo potere, con un colpo di stato, ma sono stati votati da qualcuno […]