Campanella, basta con antimafia Crocetta

Il Senatore: madre della mafia è la cosa pubblica gestita male

ANSA) – PALERMO, 3 OTT – “Non se ne può più di dichiarazioni contro la mafia da parte di chi ha la responsabilità dell’attuale stato di prostrazione della pubblica amministrazione in Sicilia”. L’ha detto il senatore di Articolo 1-Mpd Francesco Campanella a proposito delle dichiarazioni di oggi del presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, che ha definito inquietanti i manifesti apparsi apparsi alcuni giorni fa ad Adrano (Catania), listati a lutto, che raffigurano un collaboratore di giustizia.
“La madre della mafia è la cosa pubblica gestita male e l’amministrazione Crocetta ha gestito la Regione siciliana come fosse il cortile di casa. Senza alcun rispetto delle leggi e delle procedure. Basta guardare – aggiunge – come è stato affondato il settore della formazione, con procedimenti che sono arrivati davanti a un giudice non solo amministrativo ma anche penale e contabile. Continuare a condannare la mafia con questo sfascio, questo peso sulla coscienza ha il nauseabondo odore della peggiore ipocrisia”.

condividi su:

Lascia un commento

Next Post

Regionali: pronto il listino di Musumeci. Dentro Turano e Miccichè

Mer Ott 4 , 2017
C’è Micciché, resta fuori Armao Pronto anche il listino di Musumeci Salvo sorprese, dentro anche Turano e Savarino. L’avvocato convoca una conferenza stampa. I NOMI Il listino di Nello Musumeci è stato chiuso ieri, nella tarda serata. Al termine di una riunione lunga e tesa. Dentro c’è Gianfranco Micciché. Non […]