Il Punto sul campionato di Antonio David

Male la Juve. Sarri lamenta gli orari…..

L’Inter di Conte in testa alla classifica

Bene la Roma, male la Lazio

Male il Milan ma…..vince

 

 

Un passo indietro per la Juventus vista la prestazione del Franchi e con la prima di  Sarri in panchina. Una gara che ha visto primeggiare i viola e certamente una vittoria ai punti visto la voglia che ha messo nel tentare di vincere la partita. È arrivato uno 0-0 benevolo per la classifica ma non per il morale bianconero visto che le tre sostituzioni obbligati per infortuni non hanno potuto dare quel cambio di marcia utile per tentare la vittoria.

Sarri ha citato le vecchie frasi ai tempi del Napoli con orari e caldo che non trovano giustificazione per una gara incolore che non ci si aspettava. Il mister deve capire che alla Juventus queste calunnie non esistono ed è meglio abbandonare da subito tali affermazioni che non appartengono al mondo Juve.

Il tempo darà i giusti tributi ai risultati, sperando quanto prima di continuare a fare ciò che tutti dicono e vogliono, cioè vincere. Prestazioni deludenti di Bernardeschi e di tanti altri che non ci si aspetta tali prestazioni, con Dybala che rimane in panchina per forza maggiore o minore e che dovrà essere valutato a 360° pur sapendo che si gioca sempre in 11.     

Vince l’Inter e passa in testa alla classifica, in una gara non semplice con l’Udinese del tecnico Tudor che sta lavorando bene in terra friulana e sarà una rivelazione visto la gioventù talentuosa che segue alla lettera schemi e regole del tecnico croato. Vince in Napoli contro una Samp sempre più in fondo classifica e con Mertens che lascia il segno come spesso accade. Poker della Roma di Fonseca ai danni del Sassuolo, che non può che fare bene, visto il potenziale offensivo che si trova e con un Mkhitaryan che si è inserito subito alla grande. Da registrare ancora la meglio la difesa ma le speranze per i tifosi giallorossi non possono che essere benevoli. Passo indietro della Lazio che a Ferrara passa in vantaggio per farsi rimontare da una Spal sempre più imprevedibile e mai doma e con un 2-1 finale. Vince di rigore il Milan a Verona, con un primo tempo penoso e al di sotto delle aspettative. Giampaolo deve lavorare molto e i tifosi iniziano a spazientirsi se almeno non si fanno punti. Il gioco arriverà come lui stesso afferma ma, i rossoneri non possono aspettare se vogliono rientrare nelle zone che contano e visto l’ampia abbondanza in zona Europa che, quest’anno il campionato mette in evidenza.

Vittoria in trasferta a Genova  per l’Atalanta che ritrova uno Zapata dei tempi migliori. . rimane ferma al palo l’altra squadra genoana, cioè la Sampdoria chetra vari problemi societari rischia sempre di più di trovarsi in una situazione imbarazzante masi affrontata precedentemente e che certamente non gli compete.

 

Antonio David

 

 

Lascia un commento

Next Post

L’arte dei muretti a secco, patrimonio Unesco: parte un progetto per il recupero

Lun Set 16 , 2019
Sottoscritta oggi a San Michele la convenzione tra FEM, TSM-Accademia della Montagna e  Patrimonio del Trentino che valorizza la cultura della pietra a secco L’arte dei muretti a secco, patrimonio Unesco: parte un progetto per il recupero   L’arte dei muri a secco, patrimonio immateriale dell’umanità, elemento fondamentale del paesaggio […]