Mafia, i carabinieri arrestano 21 affiliati del clan di Enna

Mafia, colpo al clan di Enna: ventuno arresti

Mafia, colpo al clan di Enna: ventuno arresti

Le indagini dei Ros hanno svelato estorsioni e risolto l’omicidio di un commerciante di auto ucciso due anni fa a Barrafranca

I carabinieri del Ros stanno eseguendo, in provincia di Enna ed in altre località italiane, 21 provvedimenti cautelari per associazione di stampo mafioso, omicidio, estorsione ed altro.

Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta, hanno permesso di ricostruire le dinamiche criminali relative alla famiglia mafiosa di Pietraperzia posta ai vertici di Cosa Nostra Ennese. E’ stata fatta luce, inoltre, su numerosi episodi criminosi tra cui l’omicidio di Filippo Marchì, un commerciante d’auto ucciso il 16 luglio del 2017 a Barrafranca.

Una sorta di joint venture tra la famiglia mafiosa di Pietraperzia e la potente mafia di Catania, la cosca Ercolano-Santapaola. E’ quanto emerge dall’operazione. Gli inquirenti hanno immortalato alcuni degli arrestati durante un summit in un casolare di campagna. “I carabinieri del Ros, coordinati dalla Dda di Caltanissetta, hanno fatto piazza pulita: grazie alle forze dell’ordine e agli inquirenti. Ogni giorno decine di criminali vengono sbattuti in galera: c’è chi combatte la malavita a parole e c’è chi fa i fatti”. E’ quanto sostiene il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Fonte : Repubblica

Lascia un commento

Next Post

Castelvetrano segreta. Quante ombre su MMD

Mar Mar 26 , 2019
di Gian Joseph Morici La cittadina di Castelvetrano sembra sia diventa l’ombelico del mondo, a seguito della presenza del suo super latitante MMD (Matteo Messina Denaro) e tutto quello che ne consegue. Non passa infatti giorno senza che Castelvetrano, una volta centro fiorente del commercio di prodotti dell’agricoltura, non salga […]