Selinunte: al via il weekend internazionale di musica

Dal 28 aprile all’interno del parco grandi appuntamenti con la musica

BEATS EUROPEAN DRUM & PERCUSSION ACADEMY
A BEAUTIFUL PLACE FOR LEARNING
European Drum & Percussion Academy
Selinunte, from Friday 28th April to 30th April 2018

Anche quest’anno, Selinunte ospiterà dal 28 al 30 aprile 2018 il più grande evento per percussioni del mediterraneo; migliaia di studenti, professori si ritroveranno con artisti di fama internazionale all’interno di uno dei Parchi Archeologici più grandi d’Europa per un evento unico.
Selinunte, crocevia di popoli in pieno Mediterraneo, culla della civiltà greca, dove Greci, Fenici, Romani, Arabi e molti altri lasciarono tracce nel tempo e impronte nella storia, diventerà con 1000 Beats 2.0 uno “spazio” reale e virtuale per interagire, confrontarsi, imparare, innamorarsi della cultura, dare spazio alla propria creatività ..…A BEAUTIFUL PLACE FOR LEARNING. L’evento, organizzato dalla Selinunte’s Academy fondata dall’ imprenditore Emmanuel Partigno che opera per ridurre il gap tra il patrimonio culturale e l’attrattività turistica, producendo eventi culturali di successo nel campo della musica, delle arte visive, dello sport e delle materie di eccellenza accademica, vedrà il piccolo borgo di marinai diventare polo di cultura dove studenti, professori, accademici, curiosi, appassionati e non di tutto il mondo si sono ritrovati lo scorso anno e lo rifaranno anche quest’anno per dare vita ad un coinvolgente incontro e scambio interculturale; Selinunte, melting pot di arte, cultura, natura, tradizioni eno-gastronomiche.
Il piccolo Borgo di marinai si traformerà in un “Villaggio Globale” al ritmo di un tempo fuori dal tempo in una miscellanea di colori, odori, sapori, soprattutto rumori di una terra ricca di umanità, di sentimenti e solidarietà. Un week end per immergersi ed essere avvolti in e da un’atmosfera inebriata dai profumi delle eccellenze eno-gastronomiche siciliane e attraversata dalle armonie della musica che sarà il fil rouge che unirà giovani, e non solo, provenienti da mille città. 
L’antica Selinunte sembrerà assurgere al ruolo di baluardo di bellezza che rappresenterà una opportunità per il territorio anche i termini di sviluppo economico.
Patrocinata dal Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani, dal Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano e dal Royal Danish Conservatorio di Copenaghen ed in collaborazione con la Pro Loco ed il Comune di Castelvetrano questa Accademia estemporanea lunga un fine settimana è stata patrocinata, altresi, dal Coordinamento dei Sindaci della Valle del Belice e rientrerà nelle attività legate al Cinquantesimo Anniversario del Belice essendo stato individuato un elemento comune che accomuna negli obiettivi e nelle finalità “INSIEME PER COSTRUIRE BELLEZZA”- INSIEME PER SCOPRIRE BELLEZZA” e sarà l’occasione per far conoscere: 
• uno dei Parchi Archeologici piu grandi d’Europa che si insiste nel territorio belicino, 
• le eccellenze eno – gastronomiche siciliane 
• partecipare ai concerti, alle lezioni all’aperto, ai laboratori dedicati alle percussioni e alla batteria.
Tra i membri del comitato accademico il professore Bernhard Wulff del Conservatorio di Freiburg in Germania, il professore Gert Mortensen della Royal Academy of Music di Copenaghen in Danimarca e due direttori artistici siciliani, Luca Bruno e Nino Errera.
Si alterneranno lezioni accademiche per gli studenti la mattina con Trilok Gurtu docente di percussioni etniche, Thedor Milkov per , marimba, Simone Rubino multi set percussion, e Benny Greb batteria; nel pomeriggio laboratori di perfezionamento, Body Percussion con Maria Grazia Armaleo del Conservatorio di Messina e Rullante classico con Gert Mortensen; concerti aperti al pubblico ogni sera all’interno del Parco Archeologico ed infine Jam sessions nei pub della borgata marinara sino a notte tarda. 
Si parte sabato 28 aprile ore 18 con il concerto PERCURAMA: Xenakis ai Templi. Il gruppo di sei percussionisti della Royal Danish Conservatory of Music di Copenaghen, diretti dal maestro Gert Mortensen, davanti la magnificente scenografia del Tempio di Hera, eseguiranno PLEIADES, composizione scritta dal musicista ed architetto greco Iannis Xenakis. 
Altro appuntamento da non perdere domenica 29 aprile a partire dalle ore 17 la Batucada per le vie della borgata marinara guidata dal gruppo di percussionisti Trinatakùm di Mazara del Vallo. È una sfilata di tamburi tipica della samba del carnevale brasiliano e fa riferimento ad uno stile percussivo influenzato dalla musica e cultura africana.
Alle ore 18 Cortile Baglio Florio – Parco Archeologico i più innovativi percussionisti e batteristi di Europa si esibiranno sul palco di 1000 Beats, nel concerto chiamato PYPR INNOVATION LAB che sarà un laboratorio sperimentale dove verranno messe in scena dal vivo le creazioni più originali nel campo del ritmo: composizioni, strumenti, improvvisazioni estemporanee eseguiti e suonati da musicisti solisti o in ensemble.
L’evento si concluderà lunedí 30 aprile ore 18:00 presso Baglio Florio, Parco Archeologico di Selinunte con il Molini del Ponte Master Concert che vedrà tutti gli artisti esibirsi un esibirsi in un gran finale, una improvvisazione guidata collettiva dal titolo “La Bellezza salverà il mondo”: tamburi, marimbe, vibrafoni, grancasse, cimbali e strumenti etnici, risuoneranno in“mille battiti” come già avveniva ai tempi dei greci per una grande cerimonia laica al ritmo della speranza.

Si ringraziano per il patrocinio concesso

1. Selinunte Cave di Cusa
2. Comune di Castelvetrano
3. ProLoco Castelvetrano
4. Cinquantesimo Anniversario Terremoto del Belice
5. Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani
6. Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano 
7. Royal Danish Conservatorio di Copenaghen

Un particolare ringraziamento ai tanti sponsor che hanno compreso il valore etico, culturale ed artistico dell’evento.

condividi su:

Lascia un commento

Next Post

Mafia: Messina Denaro e le costose "teorie" sulla sua latitanza , parla il Pm. Sabella

Lun Apr 23 , 2018
Matteo non comanda Cosa nostra Ecco perché è difficile prenderlo” Ancora una volta, si ha l’impressione che , all’interno della magistratura e tra gli inquirenti ,ci siano diverse “scuole di pensiero” sulla latitanza di Matteo Messina Denaro. Addirittura anche “idee” diverse sulla posizione di Messina Denaro all’interno delle famiglie. Intanto […]