Inchiesta: illegittimi tutti i pignoramenti dell’Agenzia Entrate Riscossione

Nullo il pignoramento di crediti ex art. 72-bis se non indica il dettaglio dei crediti: Equitalia non può attestare con fede privilegiata di aver allegato al pignoramento l’elenco delle cartelle.

L’Agenzia delle Entrate Riscossione si avvale di una particolare procedura di pignoramento di stipendi, pensioni e conti correnti, ordinando direttamente all’ente creditore di versare le somme a proprio favore, sulla base del credito vantato in relazione a cartelle esattoriali e avvisi di addebito (pignoramento art. 72-bis Decreto del Presidente della Repubblica n. 602 del 1973).

L’atto di pignoramento di crediti verso terzi notificato dall’Agenzia Entrate Riscossione spesso si limita ad intimare genericamente il pagamento di una somma complessiva per“tributi/entrate” senza specificare a che titolo siano dovuti tali importi: non è infatti indicato se si tratta di imposte, multe, contributi previdenziali, altre sanzioni amministrative ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Gogna medioevale o gogna mediatica? Verso il riconoscimento del reato di tortura mediatica

Lun Nov 13 , 2017
Era meglio soffrire fisicamente o essere torturati mentalmente? L’uso illegale di fotografie di persone indagate o coinvolte in processi e la diffamazione su internet è punibile dalla legge L’abuso anche delle forze dell’ordine di foto segnaletiche su cittadini coinvolti in inchieste senza che abbiano esigenze di pericolosità sociale può essere […]