Castelvetrano e il trionfo della “monnezza”

Si potrebbe intitolare cosi, un possibile pamphlet, dove scrivere a vantaggio dei posteri, gli ultimi  10 anni di gestione dei rifiuti nella città , ormai nota più per le vicende di   Matteo Messina Denaro che per i aver dato i natali a Giovanni Gentile. Castelvetrano, in questi giorni è nuovamente sotto attacco. Attenzione! Sotto attacco spazzatura, intendiamoci. Per altre vicende ormai, non si temono particolari attacchi, tanto non c’è più nulla da distruggere è già tutto  giù.

Ancora una volta, diversi cittadini , ci segnalano la presenza di enormi cumuli di munnizza in varie vie cittadine. Da oltre 3 giorni non passano gli operatori. Sapete il perche? Nessuno lo sa , ovvero nessuno spiega le ragioni del disservizio.I castelvetranesi, ormai quasi tutti (esclusi i soliti noti depositari di ogni verità e ragione), sospettati di mafia non meritano neanche questo diritto ad essere informati sui disservizi. Per cui, se per diversi giorni nessuno toglie la spazzatura ,fatevene una ragione. Cambiano gli amministratori e i problemi sono sempre gli stessi. E la colpa come sempre è solo dei cittadini. Delle decine di milioni bruciati con Belice Ambiente e con le varie gestioni del passato , nessuno parla e nessuno indaga.

Jacopone da Todi

Il Circolaccio

Lascia un commento

Next Post

Vendemmia in Sicilia disastrosa: o si rispetta la natura o altrimenti sarà impossibile fare vino di qualità

Lun Ott 23 , 2017
Irreversibile scivolamento verso la tropicalizzazione o naturali cicli climatologici? Un match senza fine tra sostenitori di una tesi e dell’altra, anche nel mondo del vino. Se n’è discusso a Giardini Naxos nel quadro di Taormina Gourmet 2017, manifestazione promossa da cronachedigusto.it Il professor Attilio Scienza sostiene che è necessario adottare […]