Palermo,processo Trattativa Stato-Mafia: è scontro tra i PM e la difesa di Dell’Utri su una parola intercettata

Stato-mafia, ascoltata frase Graviano intercettata

Per Pm dice ‘Berlusca’ per difesa Dell’Utri invece ‘bravissimo’

 – PALERMO, 19 OTT – È stata ascoltata in aula, davanti alla corte d’assise di Palermo che celebra il processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia, la conversazione del 10 aprile 2016 tra il boss Giuseppe Graviano e il codetenuto Umberto Adinolfi, intercettati durante l’ora d’aria in carcere.
    L’ascolto si è reso necessario perché i consulenti di pm e della difesa di Marcello Dell’Utri sono in disaccordo sulla interpretazione di una parola pronunciata dal capomafia. Per gli esperti della Procura Graviano direbbe “Berlusca ci fece una cortesia” alludendo a Berlusconi. Per il consulente della difesa, invece, la parola pronunciata sarebbe “benissimo”‘o “bravissimo”. Una differenza sostanziale visto che, per l’accusa, nel dialogo, ci sarebbe la dimostrazione di presunti favori fatti da Berlusconi alla mafia. Il contrasto tra le interpretazioni resta, l’audio è molto confuso. La corte ascolterà di nuovo il nastro in camera di consiglio.

 

Fonte :ANSA

condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Storie di mafia: la misteriosa uccisione di Umberto Mormile e il Protocollo Farfalla

Gio Ott 19 , 2017
Nostro fratello vittima dello Stato, ucciso da protocollo Farfalla”: il racconto dei fratelli Mormile Protocollo Farfalla, un patto Servizi-Dap per le spie in carcere Si chiama “Convenzione”. E’ un testo di sei pagine con 10 punti, siglato nel 2010 e rivelato nel 2014 in Commissione Antimafia. Il suo obiettivo è […]