Regionali: la presidenza di Crocetta ormai è diventata un ufficio di collocamento

Non presentò la lista in tempo
Assunto nel gabinetto di Crocetta
Pubblicato il decreto di nomina per Siragusano, protagonista dell’incidente che ha fatto saltare la lista Micari a Messina.
PALERMO – Non è riuscito a entrare in tempo a Palazzo di giustizia con la documentazione necessaria. In compenso ha fatto in tempo a entrare nell’ufficio di gabinetto del presidente della Regione. È la storia di Davide Siragusano, attivista del Megafono, nominato di fresco nell’ufficio alle dipendenze di Palazzo d’Orleans. Il decreto di nomina è stato pubblicato oggi sul sito della Regione con data di ieri. Il contratto di lavoro subordinato è stato stipulato il 10 ottobre, ma con decorrenza dal 5 ottobre, cioè il giorno prima del pasticciaccio brutto al tribunale di Messina.

Quando Siragusano e Giovanni Rovito, delegati alla presentazione della lista Micari presidente in cui era candidato proprio Rosario Crocetta, non fecero in tempo a presentare la documentazione completa della lista. Ne conseguì l’esclusione della stessa, contro cui furono presentati due ricorsi, entrambi respinti. Siragusano, che aveva buona parte della documentazione con sé, era rimasto fuori dalla porta dopo il termine delle 16. In compenso per lui si aprono, anche se per una manciata di giorni, le porte di Palazzo d’Orleans con l’ingresso nel gabinetto del presidente (contratto da funzionario esterno amministrazione categoria D1), che dal 6 di novembre lascerà il posto al suo successore.
Fonte : Live sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Beni confiscati: quando lo Stato si macchia di parzialità. Diversi i casi dubbi

Sab Ott 14 , 2017
Nuova antimafia, vecchi scandali La maledizione dei beni confiscati Dopo il caso Saguto un’altra bufera al Tribunale di Palermo. Ancora un amministratore nei guai. E i patrimoni si dissolvono. Aziende tolte alle cosche e distrutte con tanti che hanno perso il lavoro. Un altro aspetto sorprendente la complicità di certa […]