Regionali: Turano dal 1996 ancora in corsa con le sue politiche a “geometrie variabili”

Turano si prepara alla quinta campagna elettorale per l’ARS

Dopo avere sostenuto con il suo partito il governo Crocetta per 5 anni “sceglie” di virare a destra sostenendo Nello Musumeci 

 

Dal giugno del 1996 all’aprile 2008 Mimmo Turano è stato deputato all’Assemblea Regionale Siciliana per il CDU, UDC ed ha ricoperto nel corso delle tre legislature diverse cariche: è stato Membro del Consiglio di Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana con funzione di Deputato Segretario (1996-2000), Membro del Consiglio di amministrazione della Fondazione Federico II (1997-2000 e 2001- 2006), Assessore Regionale agli Enti Locali e alle politiche Sociali (2000-2001), Deputato Questore (2001-2006), Presidente dell’Associazione parlamentare di amicizia Sicilia-Tunisia, Presidente della Terza Commissione legislativa Attività produttive (2006-2008)

È stato Assessore Regionale agli Enti Locali ed alle Politiche Sociali in Sicilia tra il 2000 e il 2001 e Presidente della Provincia di Trapani dal 2008 al 2012. Ritorna all’ARS nel 2012.

Il deputato alcamese, figlio d’arte, (suo padre è stato sindaco della Dc per diversi anni nella Prima Repubblica) più volte attaccato anche da Cuffaro è più vivo che mai. Anche se non è laureato in matematica, Turano, conosce bene la geometria politica. In particolare, “mimmuzzu” conosce ogni formula della politica centrista che va dal confine di sinistra a quello di destra . Quell’area utile a rimanere sempre a galla. Come dire la politica del “un pò di qua e un pò di la”, importante rimanere sempre in sella. Un comportamento da manuale. Riiuscì a convincere pure l’esperto Calogero Mannino per ritornare in pista dopo la botta del 2008 che lo vide escluso dall’ARS eliminato dal candidato di Giammarinaro e Pompeo: Pio Lo Giudice. Lui, segue le linee geometriche cartografiche.A Salemi fa accordi con Baldo Gucciardi e piazza i suoi amici più stretti al comune; a Mazara del Vallo è sempre stato vicino a Nicola Cristaldi e Nicola Lisma ed è pronto a sostenere Cristaldi alla presidenza della provincia nel 2018. A Marsala si trova molto bene con il suo amico di sempre: Massimo Grillo che tanto fece per la sua elezione nel 1996. Ed ora? Turano con le sue geometrie rimane in prima linea. I suoi avversari di sempre come Gianni Pompeo e Pino Giammarinaro , non sono riusciti a batterlo. Anzi, per certi versi lo hanno rinforzato . A Castelvetrano, Turano , adesso ha campo libero tra gli ex democristiani. I suoi fedelissimi come Francesco Lombardo, Salvatore Ingrasciotta e Mimmo Signorello sono già al lavoro. Turano chiede una candidatura di Castelvetrano per sostenere la lista. La troverà? Ai posteri l’ardua sentenza.

 

Il Circolaccio

Marlon Brando

condividi su:

Lascia un commento

Next Post

Crocetta e il suo "cerchio magico" a novembre lasciano

Gio Set 7 , 2017
 Tutti i” poltronisti ” di Crocetta sono a fine corsa e tutti si stanno organizzando…. PALERMO – Il 6 novembre saluterà tutti e lascerà Palazzo d’Orleans, a cinque anni esatti dal suo ingresso. Rosario Crocetta quasi certamente pochi mesi dopo, stando alle notizie che si rincorrono dopo il suo incontro […]