Se l’acqua potabile contiene batteri fecali e nitrati cosa succede?

In questi giorni la crisi dell’acqua potabile di Castelvetrano sta comportando numerosi disagi a tanti cittadini e, ancora una volta, la confusione e la poca conoscenza dei fatti ,peggiora la situazione. Per legge, l’acqua pubblica deve essere controllata dalle autorità competenti .E’ il caso di ricordare che l’acqua viene trattata per legge con il cloro che dovrebbe tutelare i consumatori dai batteri patogeni. Nonostante il cloro l’acqua non è potabile?

IL CITTADINO DEVE ESSERE TUTELATO DALL’ENTE PUBBLICO .
Attraverso la letteratura scientifica ufficiale cerchiamo di capire cosa significa acqua inquinata da batteri fecali e dai nitrati che pare siano i due fattori analitici che hanno fatto scattare il divieto al consumo.

E’ opportuno ricordare che la conoscenza scientifica serve solo ad avere maggiore consapevolezza e non a generare inutili allarmismi. In questo periodo è opportuno non bere l’acqua dei rubinetti e non usarla per cucinare e pulire alimenti , nelle zone interessate,fino a quando non si avrà l’ok da parte del comune. Rimane il dubbio se in passato i controlli sono stati effettuati

 

 

L’Escherichia Coli è un batterio che si può trovare nell’acqua e negli alimenti e che può provocare infezioni, di diverse entità, che colpiscono l’intestino e i reni. Esistono specifiche analisi dell’acqua per determinare la presenza dell’Escherichia Coli, similari procedimenti vengono eseguiti nell’analisi degli alimenti.

L’E.Coli ha diverse forme, alcune non provocano alcun problema all’uomo, altri invece possono causare diarrea (anche emorragica), anemia, insufficienza renale e infezioni del tratto urinario.

L’Escherichia Coli si annida nelle feci, se acqua o alimenti vengono in contatto con feci contaminate, vengono contaminati a loro volta.

Come evitare le infezioni da E.Coli

Esistono dei semplici accorgimenti per evitare le infezioni da Escherichia Coli in particolare, ma in generale qualsiasi contaminazione da cibo o acqua infetta.

Cuocere bene la carne, soprattutto quella macinata e mai sotto i 70°C;
Se si tocca la carne cruda bisogna lavare bene le mani e tutti gli utensili che utilizzati per la lavorazione con acqua calda e sapone;
Bere latte e succhi di frutta pastorizzati;
Mangiare solo prodotti caseari pastorizzati;
Bere acqua potabile e trattata;
Se si è in viaggio in Paesi stranieri dove l’acqua non viene trattata evitare il ghiaccio e l’acqua del rubinetto, facendo particolare attenzione mentre si fa la doccia e ci si lava;
Lavare spesso le mani, soprattutto dopo essere stati al bagno o dopo aver cambiato i pannolini.

 COSA sono i Nitrati

I Nitrati sono normalmente presenti nelle acque, anche in quelle potabili, e in molti alimenti.
Di per sé non sono tossici: solo se convertiti in nitriti possono dare vita a composti che sono ritenuti cancerogeni.
L’associazione tra nitrati presenti nell’acqua potabile e cancro non è stata confermata da studi affidabili che abbiano dimostrato una relazione di causa-effetto, ma è stata soltanto segnalata da osservazioni inattendibili di scarsa qualità scientifica.
In Italia, il contenuto di nitrati nelle acque potabili è per legge inferiore a 50 mg/L, concentrazione ritenuta non dannosa. L’utilizzo di filtri per eliminarli dall’acqua dei nostri rubinetti non è quindi necessario

Questa ipotesi deriva dal fatto che i nitrati possono essere convertiti in nitriti all’interno del nostro organismo, e quindi possono agire da precursori di composti considerati cancerogeni.
Il nitrato è un sale stabile e poco tossico, presente in tutte le acque potabili e in diversi alimenti di origine sia animale sia vegetale. Quando il nitrato è ingerito, circa il 20% può essere trasformato in nitrito. Questa parte, a sua volta, quando raggiunge stomaco e intestino, può dare origine ad alcuni composti N-nitrosi, o nitrosammine che sono considerate cancerogene. Se introdotte direttamente e a dosi elevate, possono infatti indurre alcuni tipi di tumore. In particolare, la loro cancerogenicità è stata descritta per la prima volta nel 1956 , quando Magee e Barnes dimostrarono che una di queste sostanze può indurre tumori epatici in laboratorio. Tuttavia, non bisogna confondere i nitrati con i loro derivati cancerogeni. Infatti la relazione tra la formazione di tumori e l’introduzione di nitrati attraverso l’acqua e il cibo non è stata dimostrata.

Nitrato (NO 3 ) è una forma naturale di azoto nel suolo. L’azoto è essenziale per tutta la vita. Maggior parte delle piante colture bisogno di grandi quantità di sostenere rendimenti elevati.
La formazione di nitrati è parte integrante del ciclo dell’azoto nel nostro ambiente. In quantità moderate, il nitrato è un costituente innocuo di cibo e acqua. Le piante usano nitrati dal suolo per soddisfare le esigenze nutrizionali e può accumularsi nitrati nelle foglie e steli. Grazie alla sua elevata mobilità, nitrati anche in grado di filtrare nelle acque sotterranee. Se le persone o gli animali bere acqua ad alto contenuto di nitrato, può causare metaemoglobinemia, una malattia diffusa soprattutto nei bambini.
I nitrati si formano quando i microrganismi abbattere fertilizzanti, piante in decomposizione, di concimi o altri residui organici. Di solito le piante assorbono i nitrati, ma a volte pioggia o acqua di irrigazione può filtrare nelle acque sotterranee. Anche se il nitrato si trova naturalmente in alcuni sotterranee, in molti casi superiori livelli si pensa derivare dalle attività umane. Le fonti comuni di nitrati sono

  • fertilizzanti e concimi,
  • allevamenti animali,
  • acque reflue urbane e dei fanghi,
  • sistemi settici, e
  • N-fissazione da un’atmosfera da legumi, batteri e fulmini.

Effetto Salute di nitrati

Persone

Alti livelli di nitrati in acqua bevuta può causare metaemoglobinemia o sindrome del bambino blu, una condizione si trova soprattutto nei bambini sotto i sei mesi.

Nitrito viene assorbito nel sangue, e l’emoglobina (trasportare ossigeno componente del sangue) viene convertito metaemoglobina. Metaemoglobina non trasporta l’ossigeno in modo efficiente. Ciò si traduce in una riduzione di ossigeno ai tessuti vitali come il cervello. Metaemoglobina nel sangue bambino non può tornare con l’emoglobina, che si verifica di solito negli adulti. Metaemoglobinemia grave può causare danni cerebrali e morte.

 

Fonte : AIRC E Nitrati nell’acqua potabile

da Self JR e Waskom RM (10/08) 1

 Il Circolaccio   

Piero di Cosimo de’ Medici detto il Gottoso (Firenze14 giugno 1416 – Firenze2 dicembre 1469)

Lascia un commento

Next Post

Scuola: in Sicilia oltre 190 mila alunni da vaccinare

Gio Ago 31 , 2017
 – Il numero massimo di persone che in Sicilia dovrà essere recuperato alle vaccinazioni è di 191.136. Questa la stima del Dasoe, l’osservatorio epidemiologico della Regione che si è riunito oggi. Chi ha bambini ancora non vaccinati può rivolgersi agli uffici sanitari di zona.     Il Dasoe ha discusso le […]