L’AGRICOLTURA SICILIANA A RISCHIO INQUINAMENTO POLITICO DA PARTE DI SEDICENTI AGRICOLTORI RIUNITI, DE BONIS , DA ATTIVA SICILIA (OVVERO GLI ELETTI M5S), FINO ARRIVARE A LOMBARDO E CUFFARO.

Il Movimento Etico Siciliano, attraverso Antonio Cipriano, comunica ed invita all’attenzione. “l’Agricoltura Siciliana”, riferisce Cipriano, “è ha rischio inquinamento Politico, da parte di sedicenti agricoltori riuniti, De Bonis , da Attiva Sicilia (ovvero gli eletti M5S), fino arrivare a Lombardo e Cuffaro”.

Cipriano c’è, ne ha per tutti ed afferma : “ il M5S si sta facendo strada, attraverso la brutta abitudine di destabilizzare, confondendo gli elettori, creando confusione ed usando il copia ed incolla dei nostri progetti, delle nostre proposte e delle nostre finalità .

Abbiamo lanciato una serie di incontri a tema, previsti nel nostro statuto, tra cui gli Stati Generali (subito dopo i 5 stelle hanno copiato) ;

abbiamo uno statuto che prevede un garante per i Movimenti Confederati (subito dopo i stelle hanno individuato la parola del garante ed un nuovo statuto) ;

il nostro slogan è ‘dalla poltrona all’etica delle responsabilità’ – definendo particolarmente la nostra volontà di respingere qualsivoglia aspirazione al poltronificio ed ai tanti pinocchiari ed inciuciari che lo compongono . (Subito dopo, durante la fiducia al Governo del Conte Arlecchino, le opposizioni, che anch’esse hanno vissuto di poltronificio, attaccano il poltronificio).

Ora ,tutte queste persone vogliono vestirsi di nuovo, profumando di vecchio.

Noi diciamo: basta con la politica geneticamente modificata ad ogni tornata elettorale e vi spieghiamo il perché, nell’etica della chiarezza.

Partiamo dall’incontro che il M5S riciclatosi in Attiva Sicilia sta preparando per il 26 gennaio, con il coinvolgimento di sedicenti agricoltori riuniti che hanno come riferimento il Sig. Cascio che ne sarebbe il portavoce. Cosa avrebbe fatto questo signore per riunire gli Agricoltori ? Quanti ne avrebbe riuniti. Il Sig. Cascio, non può parlare a nome e per conto di tutti gli Agricoltori, parli per se stesso .

Andiamo oltre e parliamo del Senatore De Bonis che anch’esso si è fatto sentire in questi giorni, attraverso dichiarazioni, riprese dai mass media . Ne vogliamo parlare? Saverio De Bonis chi è ? Cosa ha fatto per l’Agricoltura in Sicilia ? Ora che si vocifera di costruzioni, Costruttori in un Governo disastrato, dove mancano le livelle per prendere anche le misure dei Voti, dei Sentimenti e dei doverosi provvedimenti che mai arrivano per la Sicilia. Cosa vogliamo dire a questo Senatore ? A questo Senatore, diciamo che: abbiamo avuto il dispiacere di conoscerlo, e l’abbiamo lasciato a bocca asciutta perché le lunghezze ed il tiro alla fune a noi per nulla piace. Il Senatore è venuto più volte in Provincia di Caltanissetta, è venuto tante volte in varie tappe a farsi propaganda elettorale in varie sedute locali ed adesso si sente aria di passaggio della palla a Conte e si vocifera costruttore. De Bonis, si cercasse anche lui un nuovo lavoro come la Bellanova e tutti i parlamentari soggetti a nomina, passati per una legge incostituzionale.

La politica, ha sancito il definitivo passaggio alla pallitica (ormai il nome più giusto per definirla)

Noi, vogliamo arrivare ad una vera etica incisiva, che ci lasci il poltronificio alle spalle.

Passando da una sussidiarietà orizzontale ad una sussidiarietà etica verticale.

Ormai è assodato che nessun simbolo che inseguirai nulla per la Sicilia farà mai .Vogliamo dire qualcosa del redivivo Lombardo? E diciamo dai : è inutile che si facciano tutti la bella faccia insieme a Lombardo . Tutto quello che aveva designato poteva essere anche bello, ma noi e nessuno, a nessuna voglia di tornare a quel sistema della vecchia dc e abituati a spartirsi poltrone e potere in un misto di ego indefinibile. Lombardo, fece la fusione con Nuova Sicilia e con Mpa, la sua nuova creatura, si svendette alla Lega ed a Berlusconi, con cui voleva svendere la Sicilia è ed stato rispedito al mittente di casa sua. Ci sono prove e documenti.

Cipriano sa, Cipriano parla e Cipriano adesso infierisce

Diciamo qualcosa anche del redivivo Cuffaro ? Massì : Totò carissimo, ti ricordi la storia dei cannoli regalati ? Da dove vogliamo ripartire, dai dolci alla mandorla, dalle cassate siciliane, oppure dalle torte al pistacchio ? Cuffaro lascia stare, te lo ripetiamo, rimani dove sei e ricordati la storia.

Ma arriviamo a sedicenti civici che si fanno chiamare Attiva Sicilia : Angela Foti, Valentina Palmieri, Elena Pagana, Matteo Mangiacavallo, Sergio Tancredi. Questi signori che si vestono di nuovo ma sanno di vecchio sono stati candidati ed eletti all’Ars con il M5S ed ora vogliono fare i paladini dell’agricoltura, quando addirittura hanno avuto un’esponente di Governo, tale Cancellieri, un nome, un fatto e di fatti ci troviamo la Sicilia cancellata da ogni diritto e dimenticata da ogni decisione che conta, anzi addirittura è stata ancora di più sottomessa.

Cosa ci si può aspettare da tali personaggi, che pur di sedersi si sono candidati con i 5 stelle e dopo aver intrapreso le cazzabubbole fatte dal 5 stelle stessi, si sono costruiti un sedicente partito ed oggi passando per nuovo raccattano chiunque, solo per fare caciara via social ed illudere le persone di presenza con fantomatici convegni? Il nulla, ci si può aspettare il nulla ed un’altra presa in giro.

Abbiamo tutti paura di andare avanti, ma nessuno si rende conto che ci stanno portando tutti alla rovina.

Ora basta ci siamo rotti i cabbasisi . Siciliani di tutto il Mondo Uniamoci sotto la bandiera di un’Etica che è ancora possibile. Il Popolo deve decidere cosa vuole fare .

Bisogna fare massa ed unirsi !!!

Noi, condanniamo tutti questi giochini di potere e di palazzo, nei prossimi giorni faremo sede fissa tra la sede del Movimento Etico Siciliano e la Sede della Guardia di Finanza e renderemo conto le ennesime denunce per sbrogliare questa matassa di politica incancrenita e beffarda che si sta mettendo tutti e tutto sotto i piedi.

Dobbiamo e vogliamo batterci, contro ogni tipo di approccio di chiunque voglia arrivare alla poltrona, solo per mantenere la poltrona e svendersi come consuetudine al miglior offerente ;

Noi del Movimento Etico Siciliano, siamo contro ogni tipo di poltronificio premeditato ;

Noi del Movimento Etico Siciliano, siamo contro ogni tipo di strafottenza, menefreghismo, negligenza ;

Noi del Movimento Etico Siciliano, vogliamo lavorare nell’etica della consapevolezza e mai potremmo accettare che un soggetto possa lavorare contro il bene etico Siciliano;

Combatteremo il malcostume della Sanità, cominciando dai poveri defunti accatastati a Palermo che il Sig. Orlando dimentica, noi affidiamo questi defunti pregando al Signore Gesù acchè abbiano degna sepoltura ed un degno funerale. Ma tanti sono i casi di malasanità che abbiamo raccolto e stiamo raccogliendo in ogni provincia pronti ad essere presentati con un dossier alla apposita commissione Regionale . Orlando, cominci a salutare la sua poltrona. Faremo anche a Palermo la nostra etica pulizia. Ma combatteremo, anche per dare un senso alla viabilità generale, soprattutto rivendicheremo le tasse sulle accise che Roma ed i Palazzi Romani stanno mantenendo senza lasciare nulla alla Regione Siciliana

Noi combatteremo in tutte le sedi possibili per la libertà della Sicilia, sia chiaro !

Chiunque voglia distinguersi e candidarsi, unendosi alle nostre battaglie è il benvenuto ma sappia già a priori che da noi troverà meritocrazia .

Per adesioni, compilate il modulo, lasciate i vostri contatti. ( https://forms.gle/qqhxifukTyzbn8wTA )

Addì  25 Gennaio 2021 

P/Comitato Etico Popolare, Garante Movimento Etico Siciliano

Firma il Garante Antonio Cipriano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Iniziativa per anniversario assassinio di Mario Francese

Lun Gen 25 , 2021
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani ricorda la coraggiosa figura del giornalista Mario Francese, assassinato dalla Mafia il 26 gennaio 1979. L’impegno civile e la sistematicità nel condurre inchieste difficili, a volte molto pericolose, di cronaca giudiziaria cercando di mettere in risalto una verità scomoda hanno […]