Santa Maria Capua Vetere – Fermiamo il degrado Ambientale, sociale, economico

Basta nomine politiche: alla città non servono

Le associazioni sammaritane “Futuro 2030”, “Passione civica”, “Adotta’ la Città”, “Fermiamo il degrado ambientale”, Movimento “S.U.D. per l’Italia”, “Movimento Civico Sammaritano”, “Santa Maria Bene Comune”, sollevano ancora una volta forti perplessità sull’operato dell’Amministrazione Mirra. Nelle ultime settimane si leggono continui comunicati su quello che si appresta a fare il governo cittadino. Ma perché solo adesso si assiste a questo attivismo? Forse, in vista delle elezioni, si dovrebbe dimenticare quanto accaduto in questi anni, con l’incredibile peggioramento della vivibilità cittadina, con strade sprofondate e dissestate, nessuna opera pubblica avviata, due incendi dello Stir, l’inquinamento dell’aria con il costante sforamento delle polveri sottili, il sequestro dell’Arco Adriano, la recrudescenza della criminalità, il diffuso degrado e tante altri record negativi conquistati purtroppo dalla città di Santa Maria Capua Vetere. A pochi mesi dalle elezioni si apprende poi della nomina di un nuovo assessore con ulteriori aggravi di costi per le casse comunali. In questo periodo di pandemia era proprio necessario spendere denaro pubblico per una nuova nomina politica? Che cosa potrà mai concretizzare un nuovo assessore in soli pochi mesi? Non era meglio evitare questa nomina e spendere l’indennità di carica dell’assessore per qualcosa di utile alla città? Ad esempio, per aiutare le famiglie in difficoltà in questo delicato momento storico. Ai sammaritani ogni valutazione. Noi constatiamo un clima politico di generale confusione, che desta la nostra perplessità. Così come grande perplessità solleva l’ultima delibera di giunta, con la quale, da quanto si apprende dalla stampa, l’amministrazione comunale avrebbe fatto voti all’ASL per la riapertura del Melorio. Perché ora si fanno delibere simboliche? Perché non si sollecita piuttosto l’ASL ad assumere il personale precario in servizio presso l’Ospedale? Solo adesso ci si rende conto dell’importanza del nostro Ospedale? Non era meglio battersi per evitare la totale trasformazione del Melorio in centro Covid, lasciando almeno aperto il Pronto soccorso?. Sono ovviamente domande che resteranno senza risposte. Le associazioni cittadine sono sempre più pronte a scendere in campo alle prossime comunali per rinnovare la politica locale e lanciare un progetto ecologista per lo sviluppo della città. Nei prossimi giorni le associazioni presenteranno i propri simboli.

 

condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Bocciatura mozione censura Razza, Calderone (FI): “Forza Italia compatta, Caronia e Savona non si sono astenuti. Si tratta di errore tecnico già segnalato”

Ven Nov 27 , 2020
Bocciatura mozione censura Razza, Calderone (FI): “Forza Italia compatta, Caronia e Savona non si sono astenuti. Si tratta di errore tecnico già segnalato”       Palermo, 27/11/2020: “Per un evidente errore del sistema elettronico di registrazione del voto alla fine del dibattito sulla mozione di censura, ieri sono risultati […]