“coordinamento nazionale diritti umani” – sintesi incontro Ministero dell’Istruzione.

Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani comunica che nella giornata di oggi, alle ore 11:00, si è svolto un incontro incentrato sulle problematiche riguardanti l’educazione civica e le istanze della classe di concorso A046 – discipline giuridiche ed economiche su piattaforma digitale Teams con l’ufficio gabinetto del ministro Azzolina. Alla riunione hanno partecipato il prof. Romano Pesavento (presidente CNDDU); il prof. Alessio Parente (segretario generale CNDDU); il dott. Dario Siggia (Ufficio di Gabinetto MI) ed alcuni tecnici del ministero; l’on. Elisabetta Barbuto (M5S). Dopo un’introduzione generale sulle problematiche riscontrate da parte del prof. Romano Pesavento afferenti alla mobilità, ai tanti progetti in cui il Coordinamento è impegnato per sviluppare l’area della legalità, come la nostra attività didattica “Olimpiadi digitali dei Diritti Umani”, e alle nostre iniziative per l’introduzione della disciplina di Educazione civica, giacché materia autonoma nelle scuole di ogni ordine e grado, senza trascurare le criticità proprie  dell’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole a partire dall’a.s. 2020/2021,  il prof. avv. Alessio Parente ha illustrato alcune soluzioni giuridiche per sciogliere le questioni nevralgiche che tanto hanno angustiato i docenti e su cui più volte avevamo richiamato l’attenzione: la possibilità durante le assegnazioni provvisorie e le utilizzazioni di riequilibrare le situazioni di scompenso registrate nella fase di mobilità e, per la classe A046, lo sviluppo di azioni tali da valorizzare le competenze e le conoscenze di tale personale in via sperimentale nella scuola di I grado e negli istituti di secondo grado dove non sia previsto il Diritto (Discipline giuridiche ed economiche). L’on. Elisabetta Barbuto è intervenuta rimarcando i disagi della categoria e sostenendo con forza l’importanza di controllare con accuratezza il numero elevato e sospetto delle precedenze (l. 104/92) maggiormente presenti laddove sussista un blocco prolungato nella mobilità; inoltre ha dichiarato di voler occuparsi personalmente delle questioni affrontate con l’intento di arrivare presto a un esito positivo. L’incontro si è concluso con l’impegno reciproco di riaggiornarsi in futuro per intrattenere ulteriori approfondimenti. Il prof. Alessio Parente, al termine della riunione, ha elaborato una scheda di riepilogo molto dettagliata in cui ha enucleato i concetti – chiave della riunione, con i relativi sviluppi, la quale è stata inoltrata alle autorità presenti.

Auspichiamo fortemente che le esigenze della classe docente possano trovare autenticamente una soluzione adeguata nell’azione del Ministero dell’Istruzione.

Prof.ssa Debora Cavarretta

CNDDU

 

 

 

Lascia un commento

Next Post

Marsala :condannato ex sindaco Castelvetrano Vaccarino a 6 anni

Gio Lug 2 , 2020
Il Tribunale di Marsala ha condannato Vaccarino Per rivelazione segreto d’ufficio e favoreggiamento. Condannati con il processo abbreviato a Palermo ,anche il Colonnello Zappala’ e l ‘ appuntato Barcellona . Secondo i giudici di primo grado i tre avrebbero violato il segreto su indagini relative a Matteo Messina Denaro. Zappala […]