Poli industriali, M5S: “Nasce finalmente la centrale unica di sensori anti-inquinamento, grande arma a difesa della salute”

Legge fortemente voluta dal deputato Pasqua approvata all’Ars. Nel sistema gestito da Arpa confluiranno tutti i dati delle stazioni di rilevamento pubbliche e delle industrie private

 

Poli industriali, M5S: “Nasce finalmente la centrale unica di sensori anti-inquinamento, grande arma a difesa della salute”

 

PALERMO (11 febbraio 2020) – “Nasce oggi, finalmente, con l’approvazione dell’Ars, una rete integrata di controllo della qualità dell’aria nei poli industriali siciliani, da Augusta-Priolo-Melilli, a Gela, a Milazzo e altri. Un sistema unico, gestito dall’Arpa, che raggrupperà i dati di tutti i sensori già installati dalle istituzioni e dalle industrie private, per avere in tempo reale in quadro completo e capillare rispetto alla qualità dell’aria. Un sistema che mette al riparo gli abitanti di quelle zone da norme troppo blande, che finora non hanno garantito, né salvaguardato, la salute dei cittadini”.

 

Lo dice il deputato regionale Giorgio Pasqua, capogruppo del Movimento 5 Stelle e primo firmatario della legge varata oggi in aula, il cui testo (frutto dell’abbinamento con il ddl Calderone sul medesimo tema e in sinergia tra le varie forze politiche) punta alla riduzione dei pericoli associati alla presenza di aree industriali a rischio di incidente rilevante, con l’istituzione di una stazione unica per il monitoraggio e l’intervento. 

 

“Verrà istituito per legge – spiega Pasqua – il Simage, Sistema integrato per  il monitoraggio ambientale e la gestione delle emergenze, che opera attraverso il controllo continuo,  l’analisi e la trasmissione in tempo reale delle informazioni raccolte, garantendo un efficace flusso  di informazioni tra stabilimenti industriali, enti di controllo e popolazione. Il funzionamento della sala operativa  Simage verrà garantito, 24 ore su 24, presso le strutture territoriali di Arpa Sicilia. Tutti i segnali provenienti dai sensori/rilevatori  dei singoli camini industriali e delle stazioni di misurazione confluiranno alla sala operativa e saranno elaborati anche da un punto di vista grafico, valutati e resi disponibili. Sarà possibile conoscere il momento esatto e il luogo da cui provengono gli eventuali valori inquinanti, sia per la protezione dei lavoratori che per la prevenzione  degli incidenti. Una grande arma a difesa della salute”.

Lascia un commento

Next Post

Gregoretti. Lega all'ARS "Salvini ha agito per interesse del Paese e della Sicilia"

Mer Feb 12 , 2020
“Siamo certi che Matteo Salvini ha operato, da Ministro dell’Interno, nel pieno rispetto delle leggi e della Costituzione, per la difesa e negli interessi del Paese. Ma c’è di più, lo ha fatto anche negli interessi della Sicilia e del Meridione, che sono le vere zone di confine dell’Italia e […]