Buco nei conti della Regione Siciliana di oltre 1 miliardo di Euro. Lo dice la Corte dei Conti

 

VERGOGNE SICILIANE

Un altro miliardo dovrà invece, essere coperto negli esercizi considerati nel bilancio di previsione e in ogni caso non oltre la durata della legislatura regionale

PALERMO – La Regione siciliana dovrà trovare, e appostare nell’esercizio finanziario per il 2019, le coperture, pari a 1,103 miliardi di euro, del disavanzo. E’ quanto si legge nella relazione delle sezioni riunite della Corte dei conti, riunita a Palermo in adunanza pubblica, alla presenza del governo della Regione, per la parifica del rendiconto del 2018. Un altro miliardo dovrà invece, essere coperto negli esercizi considerati nel bilancio di previsione e in ogni caso non oltre la durata della legislatura regionale.

«L’esame comparato dei principali saldi risultanti dai documenti costituenti il ciclo del bilancio 2018 della Regione siciliana, dimostra l’inefficacia delle politiche pubbliche rispetto ai vincoli di riduzione del deficit di bilancio e del disavanzo di amministrazione intrinseci al quadro normativo e ribaditi più volte». E’ quanto si legge nella relazione delle sezioni riunite della Corte dei conti, riunita a Palermo, per l’udienza di parifica del rendiconto della Regione per il 2018, alla presenza del governo Musumeci. Per i giudici dal «raffronto tra i dati degli equilibri di bilancio nelle varie fasi del ciclo 2018, risulta chiara l’inconsistenza della manovra finanziaria: l’equilibrio di parte corrente e l’equilibrio finale 2018 registrano valori a consuntivo, rispettivamente -651,9 milioni di euro e -667,0 milioni di euro, notevolmente superiori ai dati di tendenziale del Defr 2018-2020 i cui saldi risultavano comunque viziati dalla sottostima degli stanziamenti a copertura del disavanzo e di quelli per accantonamento ai fondi».

Fonte: La Sicilia

Lascia un commento

Next Post

Processo Borsellino sul depistaggio: l'avvocato dello Stato inveisce contro i difensori delle parti civili

Ven Dic 13 , 2019
Depistaggio Borsellino, bagarre al processo L’avvocato dello Stato, Di Palma si infastidisce Scoppia la bagarre in aula al processo sul depistaggio sulla strage Borsellino che costringe il presidente Francesco D’Arrigo a sospendere l’udienza per cinque minuti. A fare scoppiare la lite è una frase dell’Avvocato generale dello Stato Annamaria Palma che viene […]