M5S: “Un tavolo tecnico per risolvere il problema delle plastiche abbandonate o bruciate nella costa dei Macconi”

La deputata regionale Stefania Campo chiede alla Regione di istituire un organismo che possa individuare una soluzione rapida e concreta. 

 

PALERMO (3 dicembre 2019) – “Ho chiesto agli assessori regionali Cordaro (Territorio e Ambiente), Pierobon (Energia) e Bandiera (Agricoltura) e ai sindaci dei comuni interessati di istituire un tavolo tecnico dedicato allo smaltimento delle plastiche speciali dismesse dalle aziende agricole e alle numerose problematiche ambientali connesse”. 

 

Lo dice la deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Stefania Campo, che così interviene su una questione grave e ancora irrisolta, che investe i comuni della cosiddetta “fascia trasformata”: Acate, Scicli, Santa Croce Camerina, Vittoria e Comiso. 

 

“La costa dei Macconi – spiega ancora Campo – non può più aspettare. Bisogna trovare una soluzione rapida e concreta per garantire la raccolta e il riciclo delle plastiche usate in serricoltura. Molto spesso vengono abbandonate un po’ ovunque o, cosa ben più grave, bruciate, dando vita alle cosiddette fumarole tossiche. Al contempo molti operatori lamentano difficoltà nelle procedure di smaltimento. Per questo abbiamo informato del suddetto tavolo anche il Corepla (Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica) e il Polieco (Consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene)”.

Lascia un commento

Next Post

Granata(Legalità Democratica): Lo stallo creato da Invernizzi danneggia il centrodestra.

Mar Dic 3 , 2019
Il commissario della Lega calabrese Cristian Invernizzi non solo pone veti ma si permette anche di consigliare le candidature  in quota Forza Italia per la presidenza della giunta regionale della Calabria. Un comportamento inconcludente che non rispetta in alcun modo l’alleato Berlusconiano. Tutti sanno che i ritardi nella definizione delle […]