Lo staff dell’assessore Bandiera con gli amici riciclati. E arriva anche un condannato

Al fianco di Edy Bandiera ci sono l’ex responsabile provinciale di Forza Italia, una candidata alle Europee e un ex deputato regionale

Più che il gabinetto di un assessorato regionale, sembra un comitato politico. Per la precisione un comitato di Forza Italia, il partito guidato nell’Isola dal presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè. Un rifugio sicuro per molti azzurri che al momento non hanno scranni sui quali sedersi, alcuni magari perché non eletti nelle scorse elezioni amministrative, regionali e politiche, ma che comunque hanno ottenuto un incarico alla Regione. Insomma, passano gli anni ma il sistema è sempre quello. Alla Regione Siciliana , nonostante la grande crisi economica, gli assessori usano gli uffici come “postifici”. Lo prevede la legge ma le leggi, sono anche fatte per essere cambiate. Ogni staff costa molti soldi e sommati si raggiungono cifre milionarie. Chi controlla? Già la Regione siciliana ha sempre controlli molto superficiali

Fonte : Repubblica

Lascia un commento

Next Post

Reddito di cittadinanza, le capitali siciliane sono Catania , Castelvetrano e Bagheria. Tutto legale?

Ven Nov 8 , 2019
La Sicilia, dopo la Campania, è il regno dei beneficiari del reddito di cittadinanza, la manovra manifesto del Movimento 5Stelle. Nell’Isola sono state già accolte oltre 158mila richieste per un numero di beneficiari che sfiora le 400mila unità. Ma all’interno di questo regno ci sono alcune capitali indiscusse. Comuni dove […]