M5S: “Marsala, spiaggia di San Teodoro liberata dalle prevaricazioni dei gestori”

“La spiaggia della Torre a San Teodoro, a Marsala, è stata finalmente liberata dai ben noti atteggiamenti di prevaricazione da parte del concessionari, che probabilmente si erano convinti di poter gestire questi luoghi come fossero una loro proprietà privata”.

 

Lo dicono Valentina Palmeri e Sergio Tancredi, deputati regionali del Movimento 5 Stelle, dando notizia di una recente sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa che, riferiscono, ”ha confermato la revoca della concessione ai gestori del lido, così come aveva già stabilito il Tar in primo grado. Possiamo affermare – commentano – che sono state ripristinate le basilari condizioni di legalità, requisito essenziale perché questo litorale bellissimo possa tornare a disposizione dei cittadini e dei turisti, nel pieno rispetto delle regole”. 

 

Palmeri e Tancredi esprimono quindi “soddisfazione per un risultato – aggiungono – che dà ragione a quanti di noi avevano sollevato forti dubbi sul comportamento dei gestori, in palese contrasto con tutte le normative afferenti alle concessioni demaniali delle spiagge. Accessi alla spiaggia chiusi con le catene, turisti allontanati, divieti di fermarsi sull’arenile sono solo alcune delle azioni che abbiamo denunciato anche attraverso diversi atti ispettivi. I giudici amministrativi hanno  confermato l’esistenza di ripetute violazioni e inadempimenti. Chiunque, adesso, potrà tornare a godersi questo affascinante tratto di spiaggia nell’estrema periferia nord dello Stagnone, di fronte l’isola Lunga”. concludono i deputati M5S. 

Lascia un commento

Next Post

IMMIGRATI E RELIGIONI IN ITALIA, LA MAGGIOR PARTE È DI FEDE CRISTIANA

Mar Lug 23 , 2019
In crescita musulmani ed evangelici Secondo le più recenti elaborazioni di Fondazione ISMU su dati Istat e Osservatorio Regionale per l’integrazione e la multietnicità (Orim), gli stranieri residenti in Italia al 1° gennaio 2019 che professano la religione cristiana rimangono i più numerosi (due milioni e 815mila fedeli – pari al 53,6% […]