“Sistema Montante”, il questore di Vibo, Andrea Grassi , dopo la condanna, lascia l’incarico e va al Ministero

Il Capo della Polizia chiede un passo indietro al direttore dell’ufficio di Pubblica sicurezza dopo la condanna a un anno e quattro mesi nell’ambito del processo all’ex presidente di Confindustria Sicilia 

Il questore Andrea Grassi

Il questore Andrea Grassi

Il questore di Vibo Valentia, Andrea Grassi, è stato trasferito a Roma a seguito della condanna a un anno e quattro mesi inflittagli a Caltanissetta nell’ambito del processo che vede come principale imputato l’ex presidente di Confindustria Sicilia Antonello Montante. L’annuncio è stato fatto dallo stesso Grassi, che reggeva la questura cittadina dal luglio 2018, nel corso di una conferenza stampa sulla presentazione della Carta dei servizi che si è tenuta questa mattina. «Il Capo della Polizia mi ha chiesto un passo indietro – ha detto Grassi -. Io per il bene dell’Istituzione ne faccio tre» ha aggiunto dicendosi rammaricato per l’esito della vicenda e per dover interrompere il proficuo lavoro avviato a Vibo. Noto il nome del successore di Grassi: si tratta di Annino Gargano, già alla guida della Squadra mobile di Bari e attualmente in servizio all’Ufficio centrale ispettivo della Polizia di Stato.

Fonte: Vibo news

Lascia un commento

Next Post

Castelvetrano: Alfano si insedia , finisce il periodo di commissariamento per mafia

Mer Mag 15 , 2019
“Il mio impegno sarà quello di un buon padre di famiglia che cercherà di dare l’esempio a tutti i cittadini e che desidera incoraggiarli alla partecipazione alla vita pubblica per migliorare la qualità della vita all’interno della nostra città.  Mi preme ancora una volta ribadire che adesso è necessario che […]