Il lunedì nero della politica che continua a scontrarsi per casi giudiziari

Le perplessità di Enrico Mentana

Pubblichiamo il suo post e l’articolo in merito al Lunedi nero della politica italiani “piegata” dalle inchieste giudiziarie e sulle azioni delle Procure

Ecco, ho letto le carte dell’ordinanza sui genitori di Renzi: non ho trovato un solo elemento che giustificasse una misura così grave com’è quella dell’arresto. Invito qualunque persona spassionata, che non esulti o si disperi a ogni provvedimento giudiziario come fosse un derby, a leggere quelle pagine. Sono sconcertato, anche perché il Gip ha impiegato quattro mesi per decidere: e quindi non c’era rischio di inquinamento di prove, fuga o reiterazione del reato. Qui non importa che siano persone anziane, o che abbiano un figlio importante, o perfino se siano colpevoli o innocenti. Qui importa capire quali siano gli estremi per una misura cautelare, al di là del fatto che la notorietà del cognome abbia portato ai soliti fenomeni di fanatismo patibolare o assolutorio a prescindere. Le garanzie sono una cosa seria, e aspetto con interesse il riesame per capire se sono io che sbaglio.

Il lunedì nero della politica che si fa giustizia da sé

  • Enrico Mentana – 19/02/201907:55Aggiornato 19/02/2019 15:24
  • Chi aveva spiegato quanto fosse vergognoso salvare Salvini da un processo si è trasformato in garantista quando è arrivata la notizia sui genitori di Renzi. Chi aveva spiegato quanto fosse giusto negare l’autorizzazione a procedere contro Salvini, ha festeggiato quando sono arrivate le notizie da Firenze
  • Ieri purtroppo abbiamo potuto vedere a cosa si è ridotta la battaglia politica in Italia: da un lato eletti e tifosi che per tutta la giornata avevano spiegato quanto vergognoso fosse salvare Salvini da un processo, che improvvisamente si sono trasformati in garantisti di diamante quando è arrivata la notizia sui genitori di Renzi; dall’altro lato eletti e tifosi che nella stessa giornata avevano spiegato come fosse giusto negare il diritto dei magistrati a portare in giudizio il ministro dell’interno improvvisamente festeggiare le notizie da Firenze alla stregua di un gol (qui spicca un senatore m5s, Castaldi, che ha scritto su Fb: «Due genitori insieme, è record!»).
  • Garantisti e giustizialisti a corrente alternata, secondo interessi di parte, inseguendo ruggini e sgarbi reciproci (i genitori di Renzi e Boschi, quelli di Di Maio e Di Battista, i soldi della Lega scomparsi ai tempi di Bossi e figli: una sguaiata contrapposizione di affari di famiglia).

Lascia un commento

Next Post

Gentiloni: nervi saldi e solidarietà a Matteo Renzi che scrive ancora su FB in merito all'azione giudiziaria

Mar Feb 19 , 2019
“Su Salvini balletto indegno ma i 5 Stelle imploderanno” “Nervi saldi, fiducia nella magistratura e solidarietà a Matteo Renzi”. L’ex premier: “Vedo un Pd in difficoltà ma vivo. Un Pd rinnovato, spero guidato da Zingaretti, che dismetta ogni arroganza e torni al servizio della società”. E sulle critiche dell’Ue a […]