Caso Diciotti: i Carabinieri notificano l’avviso di indagine a Salvini: la gioia dei cronisti di sinistra

Diciotti, carabinieri al Viminale: notificata a Matteo Salvini apertura indagine per sequestro di persona aggravato

 

Sui social i giornalisti di sinistra  e vicini alle procure  rosse plaudono e ne danno annuncio con gioia. Vorrebbero vedere Salvini in galera. Invece Renzi , Crocetta e Lumia sempre “liberi” da ogni peccato. Loro, i sinistri, sono sempre  vittime del sistema anche se gli intrallazzi non si contano più

Povera Italia, povera democrazia

L’Italia ha un ministro dell’interno sotto inchiesta

I magistrati palermitani hanno modificato le contestazioni ipotizzate inizialmente dalla Procura di Agrigento nei confronti del responsbaile del Viminale contestandogli il reato di sequestro di persona aggravato. Il capo di Gabinetto Piantedosi non risulta 

 

Sequestro di persona aggravato. È il reato contestato dalla procura di Palermo a Matteo Salvini dopo la trasmissione degli atti da parte degli inquirenti di Agrigento per il caso della nave Diciotti. Sono stati i carabinieri a notificare al ministro dell’Interno l’avviso della procura che di fatto apre l’indagine sul trattenimento di 137 migranti per cinque giorni a bordo della nave – attraccata nel porto di Catania senza che venisse mai dato il via libera allo sbarco. La busta gialla con l’informazione di garanzia è stata aperta in diretta su Facebook dal ministro – che dopo il verdetto del Riesame di genova ha continuato ad attaccare i magistrati – ha chiuso il suo intervento dicendo: “Io sono stato eletto da voi altri no”.

Adesso il rischio è quello che se critichi la sinistra o le procure finisci sotto inchiesta o in carcere Mentre rimangono nei cassetti certe indagini sulle vergogne di Crocetta e del Pd

Sembrano tornati i tempi di Papa Alessandro Borgia

Fonte :il Fatto

Il Circolaccio

 

Lascia un commento

Next Post

Denunciato per calunnia il pentito Vincenzo Calcara

Sab Set 8 , 2018
Un match infinito quello tra l’ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino, alias Svetonio per l’ormai nota vicenda SISDE (servizio reso dallo stesso allo Stato e teso alla lotta contro la mafia in generale ed anche alla cattura di Matteo Messina Denaro) e il Calcara Vincenzo. già stato condannato e più […]