AUTOSTRADE : LA FALSA TRASPARENZA DEI BENETTON AMICI DEL PD

GLI AGGIORNAMENTI FIRMATI DA  GENTILONI&DELRIO EVIDENZIANO UNA COMPLICITA’ DIFFICILE DA SPIEGARE 
  PERCHÉ I RENDIMENTI GARANTITI (NETTI!) SONO PASSATI DAL 6,8 ALL’8% 

I BENETTON hanno avuto in passato aiuti anche da Berlosconi

Una vergogna tutta italiana e la magistratura cosa ha fatto?

 

Ma chi scrive i testi ai Benetton&Autostrade per l’ Italia? Non contenti del tragicomico comunicato sul crollo del ponte Morandi, dei due festini a Cortina a poche ore dalla tragedia, della conferenza stampa-farsa dopo i funerali e della richiesta di danni al governo per le critiche alla loro malagestione, questi professionisti della catastrofe se ne sono inventata un’ altra: per dimostrare di non aver nulla da nascondere, hanno pubblicato online una serie di documenti che tenevano segreti da anni sulle concessioni gentilmente ottenute dal 1999 al 4 marzo 2018.

Così Benetton e i loro compari politici si son dati non una, ma due zappe sui piedi.

1) Hanno ammesso che i segreti di Stato sulla concessione non avevano ragion d’ essere, se non per coprire le vergogne di concessionario e mandanti.

2) Hanno confessato di essere perfettamente consapevoli dei privilegi indebiti ricevuti e di aver tentato di occultarne i dettagli più imbarazzanti fino all’ ultimo, pur sapendo che il governo stava per smascherarli.

 Le carte  più recenti sullo scandaloso aggiornamento della concessione nel 2007 (governo B.&Lega) e sulla Gronda di Genova usata come scusa da Gentiloni&Delrio per prorogare il contratto senza gara e riaumentare i pedaggi.

impero della famiglia benettonIMPERO DELLA FAMIGLIA BENETTON

È il progetto che, in barba ai suoi documenti ufficiali, Autostrade gabella per sostitutivo del ponte Morandi (mentre avrebbe consentito ai Benetton di lucrare sia sulla Gronda da 5 miliardi sia sul ponte pericolante). Poche ore dopo il ministero dei Trasporti ha pubblicato tutto, ma proprio tutto online, sbugiardando la finta trasparenza di Autostrade.

Bisognava che crollasse un ponte e morissero 43 persone per convincere Autostrade per l’ Italia (Aspi) e i Benetton a considerare doverosa la pubblicazione dei documenti relativi alla concessione che li lega allo Stato italiano.

Da chi siamo stati governati?

Fonte: Dagospia , Il Fatto

Lascia un commento

Next Post

Le dichiarazioni di Grigoli al processo sui "rappresentanti" di Matteo Messina Denaro e qualche anello mancante

Mar Ago 28 , 2018
  Nell’udienza del 23 luglio 2010 Giuseppe Grigoli nel corso del processo di Marsala offre un’occasione unica di conoscere il sistema di controllo imposto dal boss Matteo Messina Denaro e dal padre Don Ciccio In quella udienza, Grigoli dice di aver ricevuto le prime pressioni dalla famiglia mafiosa che accettò […]