Castelvetrano: erano “grandi” amici Errante e Campagna, i due “pupilli” che conquistarono il comune nel 2012

Sono stati grandi amici Marco Campagna e Felice Errante. amici in primis nella loro vita privata.

Pur nella divergenza ideologica, Errante e Campagna sono stati protagonisti della vittoria alle amministrative del 2012. Il primo sponsorizzato da Gianni Pompeo ( all’epoca dei fatti UDC, poi passato nel PD) , il secondo sponsorizzato dal potente Baldo Gucciardi.

I due , dopo la brillante vittoria contro Lo Sciuto, si spartirono le poltrone più importanti: sindaco e vice sindaco della città

 Errante si fidava di Marco e gli affidò le deleghe più importanti

Dal gennaio del 2015 è scoppiata la guerra.

Errante caccia il PD   e toglie tutte le deleghe al suo amico Marco . Azzera la Giunta e inizia una guerra politica tra l’asse Pompeo- Campagna e quello costituito da Errante e Lo Sciuto. Il vero motivo della rottura non si è mai saputo. Molto politichese e  anche poco credibile.

Errante ha pagato a caro prezzo tutto quello che è accaduto dal 2015 in poi. Campagna invece non è stato neanche sfiorato dalle polemiche.  Nella relazione prefettizia non viene nemmeno citato. Eppure dal giugno 2012 al gennaio 2015 ha gestito  e condiviso ,da vice sindaco e assessore, molte scelte della giunta Errante

Dal comunicato del giugno 2012

 

Era nell’aria già da tempo, oggi la nomina ufficiale di vicesindaco per l’assessore del Partito Democratico, Avv. Marco Campagna, a dimostrazione di una volontà di rinnovamento della classe dirigente a Castelvetrano.

E’ un importante riconoscimento – afferma Campagna – per il lavoro svolto in questi anni dal mio partito, per l’apporto di innovazione dato alla campagna elettorale del sindaco Felice Errante e della coalizione tutta.

Il nostro impegno continua, oggi più che mai, date le grandi aspettative di chi ci ha sostenuto e votato e della responsabilità che con la nomina di vicesindaco il Sindaco Errante ci ha affidato, che non vogliamo e possiamo deludere

Breve Curriculum Politico

Da sempre impegnato nel sociale e nei movimenti giovanili dove ricopre vari incarichi.

Tra i fondatori del Partito Democratico a Castelvetrano, viene eletto consigliere provinciale nel 2008 e diventa componente del coordinamento provinciale e dell’assemblea regionale del partito.

In consiglio prov ero vice capogruppo lascio l’ incarico per lavorare totalmente per Castelvetrano e al progetto che i cittadini hanno scelto a maggio

Dopo l’elezione a Sindaco di Felice Errante, rinuncia all’incarico di consigliere e di vice capogruppo in provincia per dedicarsi totalmente all’amministazione comunale come assessore con le seguenti deleghe: Tutela Ambientale, Cimitero, Igiene,Canile Municipale, Pianificazione del territorio, Sportello Europa, Servizi Tecnici(acquedotto ,fognature manutenzione ), Attività Sportive.

 

Campagna ha più volte difeso la giunta Errante

dal comunicato del 2014

Avv. Marco Campagna, in merito alla nota diramata dalla locale sezione del Movimento 5 Stelle, vuole precisare quanto segue:

Dispiace dover leggere questo comunicato da parte degli aderenti al Movimento, anche perché non risponde al vero- afferma Campagna- il gruppo pentastellato ha incontrato per due volte l’Amministrazione, una volta ha incontrato il primo cittadino per sottoporgli suggerimenti e proposte – continua Campagna- ed una seconda volta si è incontrato con me per parlare delle problematiche legate al canile, in quella occasione chiesero quali erano le motivazioni che avevano impedito la riapertura dello stesso, e che in alcun modo erano imputabili alla civica amministrazione che aveva messo in atto tutte le procedure che erano state richieste dall’Asp per il rilascio delle necessarie autorizzazioni alla riapertura.

Sulla tassa di soggiorno anno 2014

Marco Campagna. «L’amministrazione comunale- afferma – ha firmato l’accordo su Birgi, dimostrando senso di responsabilità e appartenenza territoriale. Capisco le preoccupazioni degli operatori, ma ancora non è stato deciso nulla. Con il sindaco Errante abbiamo condiviso un piano d’incontri sul punto, prima con le forze politiche di maggioranza e poi ,con le associazioni di categoria. Cercheremo di condividere con le parti interessate, ogni decisione in merito».

Adesso, tra i due ex amici, non ci sono più relazioni. L’esperienza del 2012 pienamente condivisa da entrambi si è sfaldata. Il conto salato oltre alla città lo paga Errante.

Risultato: Errante incandidabile e Marco Campagna probabile candidato a sindaco quando si tornerà a votare.

c’est la vie

Fonte: Comune

Il Circolaccio

condividi su:

Lascia un commento

Next Post

Caltanissetta: storie di mafia e di inchieste sull' antimafia dei furbetti

Ven Apr 6 , 2018
 Il potere dell’  antimafia La procura di Caltanissetta, che dovrebbe dare la caccia ai boss, è schiacciata dalle inchieste sulle storture nella lotta a Cosa nostra. Le inchieste non riguardano solo il caso Saguto.  Ci sono diversi fascicoli su chi, in nome della lotta alla mafia di convenienza ,ha depistato […]