Palermo: ecco i “li beddri picciuli” guadagnati dai super dirigenti regionali

Gli stipendi dei superdirigenti Ars
Il Parlamento pubblica le cifre

 

Ecco quanto guadagnano i superburocrati di Palazzo dei Normanni

Fate un riferimento con il presidente degli Stati Uniti  Donald Trump che guadagna 320. mila euro lorde all’anno

Un dirigente regionale in proporzione alle responsabilità è strapagato

 

PALERMO – Pubblicati gli stipendi dei superdirigenti dell’Assemblea regionale siciliana. Dopo la guerra a colpi di carte bollate con l’Autorità nazionale anticorruzione guidata da

 

Raffaele Cantone, che intima all’Ars di rispettare le norme sulla trasparenza degli atti, il parlamento regionale ha reso noti gli stipendi degli 11 superburocrati soggetti al tetto dei 240mila euro annui. Le cifre pubblicate riguardano i compensi lordi annuali.

Al segretario generale di Palazzo dei Normanni, Fabrizio Scimè, vanno 240mila euro, così come i vice Salvatore Pecoraro e Mario Di Piazza. Stesso stipendio anche per il direttore del servizio Ragioneria Riccardo Anselmo, per il capo di gabinetto Patrizia Perino, per il direttore del servizio Studi Laura Salamone e per il direttore del servizio di Questura e Provveditorato Antonio Tomasello. A Filippo Palmeri, direttore del servizio Commissioni, vanno 232mila euro, mentre a Maria Ingrao, direttore assegnato all’ufficio Stampa, 214mila euro. Sfiora i 214mila euro Fabio Scalia, direttore del servizio Personale di Palazzo dei Normanni. Angela Murana, che si occupa della rendicontazione dei gruppi parlamentari, percepisce 209mila euro.

Fonte : live Sicilia
Il circolaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

La Questura di Agrigento intitolata al commissario Beppe Montana, un eroe lasciato solo dallo Stato

Gio Mar 22 , 2018
“Siamo bersagli facili”. Beppe Montana sapeva di essere nel mirino   Nel giorno del ricordo delle vittime innocenti delle mafie, non dimenticando le vittime delle stragi, del terrorismo e del dovere, è stata intitolata a Beppe Montana la Questura di Agrigento. Ed una vittima del dovere è stato il commissario […]