Castelvetrano: i politici “scomparsi ” e qualcuno scrive a “Chi l’ha visto”

 

In questi giorni di fine anno un nostro affezionato lettore ha inviato una nota al nostro blog chiedendo notizie su alcuni politici castelvetranesi finiti nel profondo silenzio da quando è avvenuto il commissarimento del comune di Castelvetrano

 

Che fine hanno fatto-scrive l’attento lettore– L’ex assessore Paolo Calcara, l’ex sindaco Gianni Pompeo, l’ex presidente del consiglio comunale Cafiso, finito sulle cronache nazionali dopo il servizio delle Iene?. Che fine hanno fatto l’ex assessore Lombardo, gli ex consiglieri Di Bella e Calamia del Pd, Curiale amico di Gucciardi, Lo Piano e Luciano Perricone. E che fine ha fatto Giovanni Lo Sciuto l’ex deputato che doveva cambiare le sorti di questa città allo sfascio?”

Gentile lettore, non abbiamo notizie certe. Possiamo dire che vivono ancora a Castelvetrano.

Il lettore chiede ancora:” Come mai nessuno interviene sulla delicata emergenza ambientale della città? Come mai nessuno di questi ex ammnistratori interviene sulla vergogna del porticciolo di Selinunte e su quello che sta accadendo a Triscina? “

Come mai nessuno parla in difesa di questa città che ha anche il diritto di reclamare le proprie ragioni? Rispettando  il silenzio dell’ex sindaco Errante che attende un processo d’appello sulla sua incandidabilità, ritengo che, tutti coloro  che stati sono stati  ritenuti responsabili , a vario titolo, della disfatta di Castelvetrano dovrebbero parlare , intervenire e spiegare cosa succede ai cittadini. Dovrebbero anche parlare con i commissari e lamentarsi dei disservizi. Possibile che fino a giugno tutti volevano salvare Castelvetrano e adesso tutti sono scomparsi? La città sta diventando invivibile e loro dopo tanto vociare non parlano più Perche?”

Gentile lettore, noi non possiamo rispondere ad alcune Sue domande. Certo, è strano che diversi politici, dopo lo scorso mese di giugno , abbiano perso la voglia di intervenire e criticare. Cosi come  è accaduto anche ad alcuni blogghisti e leoni da tastiera che. fino a luglio, sputavano veleno da ogni parte contro il comune. Molti politici , probabilmente non hanno più il tempo di intervenire oppure, hanno deciso di ritirarsi visto l’andazzo, lasciando la città al suo destino. Del resto, poltrone da conquistare fino al 2019 non ce ne sono, tranne le possibili provinciali. Perchè prendersi dello stress inutile? Le gatte da pettinare li lasciano volentieri ai commissari e ai poveri cittadini .

Il Circolaccio

Salvo Serra

Lascia un commento

Next Post

Tutti i soci di Ciancimino: Stato & mafia a tutto gas

Mar Gen 2 , 2018
  Riproponiamo due articoli uno del 2011 e uno del 2013, (quindi la lettura con riferimenti temporali si rifà al periodo di pubblicazione) sempre nell’intento di fare un minimo di luce sugli intrecci che hanno portato alla situazione attuale. Gas spa, Ciancimino: “Grasso e Sciacchitano si dimettano” C’era una volta […]