Palermo: il modo di dire ” Suca”diventa oggetto di studi universitari

La laurea sulla parola “suca”. La dottoressa: “Ormai ha un altro significato”

Tempi moderni, studi moderni

Usata molte volte come termine offensivo, altre come battuta goliardica, la parola “Suca” come la parola “minchia” caratterizza un linguaggio tipico, Questi termini, considerati volgari hanno affasciano lo studio di una giovane laureata

Turpiloquio e mantra del linguaggio palermitano, la parola “Suca” diventa il tema di una tesi di laurea. Alessandra Agola, neolaureata in Scienze della Comunicazione a Palermo traccia la storia e l’evoluzione del termine nel suo studio “”S-word. Segni urbani e writing”. La notizia ha avuto molta attenzione mediatica, ma lo studio si fonda su indagini semiotiche e linguistiche. (di Marta Occhipinti e Giorgio Ruta, foto di Giulio Bordonaro, Mauro Filippi e Max Ferrigno)

Lascia un commento

Next Post

Caso Dell'Utri: i giudici ,"resta in carcere per una rieducazione"

Lun Dic 11 , 2017
  A 76 anni “Il carcere può ancora rieducarlo” Perché Dell’Utri resta in cella Malato sì, ma non così grave per tornare a casa. La scelta dei giudici. Marcello Dell’Utri può ancora essere rieducato in carcere. È malato, ma non in maniera così grave da interrompere il percorso di rieducazione. […]