Case Abusive:sanatorie record in Sicilia, 130 mila case in attesa di giudizio

Verifiche alla paralisi, così le case a rischio crollo continuano a essere abitate

 

Le case abusive di Sicilia sono tante, tantissime, e chi le abita è in gran parte impunito e, come accaduto a Ischia, rischia la vita perché magari ha alzato la palazzina in piena zona sismica o in aree a rischio frane. Dal 1985 a oggi, grazie a malaburocrazia, politica compiacente e nessun controllo, quasi il 60 per cento delle case abusive dell’Isola è in attesa di sanatoria: soltanto prendendo in considerazione i nove capoluoghi e quattro centri ad alta densità di abusi edilizi (Gela, Carini, Bagheria e Licata) su 207mila pratiche di condono presentate da trent’anni a questa parte grazie alle sanatorie dei governi Craxi e Berlusconi, ben 133mila domande sono inevase. Anche in provincia di Trpani le pratiche sono numerose. Il che significa che lo Stato non ha dato alcuna risposta su questi abusi: cioè nessuno ha fatto verifiche. Intanto a Triscina i commissari preparano le pratiche per le demolizioni, dopo anni di attesa per le costruzioni ricadenti nella fascia dei 150 metri.

Fonte: La Repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

il Mnistro Minniti, l'ascesa al viminale dell'uomo forte dei Servizi amico di D'Alema

Lun Ago 28 , 2017
 Chi è il Ministro  del governo Gentiloni che ha decretato lo scioglimento del comune di Castelvetrano? Schivo e riservato, secondo i sondaggi , è il ministro più amato del governo Gentiloni.   Comunista da sempre, Minniti,uomo di Palazzo è profondo conoscitore dell’intelligence e di molte stanze segrete. Il pupillo di […]