REGIONALI. SICILIA, DI PAOLA (M5S): PRIMO PROVVEDIMENTO STOP INCENERITORI – RDC? ALLONTANA GIOVANI DA CRIMINALITÀ

Regionali Sicilia, Di Paola (M5S): primo provvedimento stop inceneritori
“Musumeci si occupi dell’ordinario”

Palermo – “Se dovessi diventare presidente della Regione il mio primo provvedimento sarà il ritiro dell’evidenza pubblica farlocca fatta da Musumeci sugli inceneritori”. Lo afferma il candidato del M5s alla presidenza della Regione Siciliana, Nuccio Di Paola, in una videointervista alla Dire.
“Musumeci ha governato per cinque anni senza realizzare l’impiantistica in Sicilia – aggiunge -. I rifiuti sono per le strade e la tassa sull’immondizia è aumentata vertiginosamente proprio perché non si sa dove mettere la spazzatura”.
“Per nascondere questa emergenza Musumeci ha emanato quell’evidenza pubblica – prosegue -, ma l’attuale governatore dovrebbe gestire soltanto l’ordinario – commenta ancora Di Paola in riferimento alla notizia pubblicata dal ‘Giornale di Sicilia’ secondo la quale l’attuale governo regionale sta proseguendo sulla strada per la realizzazione di due termovalorizzatori -. Il centrodestra sta provando ad accelerare un iter che non rientra nei piani del prossimo governo regionale che sarà guidato dal M5s – continua Di Paola -. I siciliani chiedono impianti in maniera distribuita per abbassare la tassa sui rifiuti. Il M5s vuole aumentare la raccolta differenziata e costruire impianti pubblici distribuiti e con elevata tecnologia in tutti i territori, per non arricchire i pochi privati”.

La scelta è tra me e Schifani
“I cittadini non scelgano modem 56k ma la fibra del movimento”

“Non crediamo molto ai sondaggi ma tutti dicono che siamo in forte crescita soprattutto grazie all’azione di Conte. Sono convinto che ci saranno forti sorprese e che in questo momento la scelta per i siciliani sia tra me e Schifani”. Ad affermarlo è il candidato del Movimento 5 stelle alla presidenza della Regione Siciliana, Nuccio Di Paola, in una videointervista alla Dire.
“I siciliani sanno che per proiettarsi nel futuro e per innovare questa regione non possiamo tornare a 20 anni indietro – aggiunge Di Paola -. Non possiamo connetterci a Internet con il modem 56k ma dobbiamo andare avanti con la fibra giusta, quella del Movimento 5 stelle”.

Rdc, Di Paola (M5S) A Schifani: serve e allontana giovani da criminalità
“Misura importantissima che va migliorata”

“Sul Reddito di cittadinanza tutti ora ci seguono, perché hanno capito che è una misura importantissima, anche se va migliorata”. Così il candidato del M5s alla presidenza della Regione Siciliana, Nuccio Di Paola, rispondendo a una domanda della Dire sul Reddito di cittadinanza, che secondo il competitor del centrodestra Renato Schifani “non aiuta I giovani”.
“Ad oggi viene percepito da circa settecentomila siciliani che spendono nell’Isola un miliardo all’anno nelle nostre attività – replica Di Paola -. Una misura che aiuta i giovani che non hanno possibilità di lavoro grazie all’azione nefasta del governo di centrodestra negli ultimi cinque anni. Il Reddito di cittadinanza serve ai giovani per avere un supporto, anche economico, che li accompagni in un percorso migliore e li allontani dalla criminalità organizzata”.


L’appello agli elettori PD: voto utile è al M5S
“Il Movimento porta avanti agenda sociale”

“Faccio un appello a tutti i militanti del Pd e del movimento Centopassi. Il 25 settembre abbiamo bisogno di un voto utile per battere il centrodestra e Renato Schifani: votate per me, votate per il Movimento 5 stelle e poi costruiremo un percorso diverso da quello fatto negli ultimi anni dal centrosinistra”. Così il candidato M5s alla presidenza della Regione Siciliana, Nuccio Di Paola, intervistato dalla Dire.
“Invito a votare per il M5s che sta portando proposte che guardano a chi vive ai margini della società – prosegue -. Un’agenda sociale, e non l’agenda Draghi che Letta vuole portare avanti”.

Le notizie dell’agenzia Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE»

condividi su:

Next Post

Strage di Firenze: oltre ai mafiosi presente una misteriosa donna? Dopo 30 anni spunta l'identikit

Mer Set 14 , 2022
C’era una donna sul luogo della strage di via dei Georgofili”: ecco l’identikit dimenticato Spunta un nuovo identikit di donna , “Giovane con i capelli neri corti e lisci”   La Commissione Antimafia svela alcuni contenuti sulla strage di Firenze dove , Matteo Messina Denaro, ha conosciuto la sua prima […]