IC Capuana Pardo -Tributo a Don Meli
Gli alunni del Nino Atria escono dalle aule e incontrano la comunità

L’Istituto Capuana-Pardo è stato invitato a partecipare alla cerimonia commemorativa in occasione della manifestazione in ricordo di Don Meli, parroco della Chiesa di Santa Lucia di Castelvetrano, portando in scena lo spettacolo “Sicilia: Canti e Cunti di la me terra”.

La scuola Nino Atria, che durante l’anno scolastico ha attivato percorsi educativi volti all’inclusione partendo dalla consapevolezza della propria identità culturale, ha risposto con entusiasmo all’invito pronta a dare il proprio contributo per la realizzazione di questo significativo evento che ha visto tutti gli alunni e docenti della scuola impegnati in prima linea.

Un’occasione importante in cui la comunità parrocchiale e scolastica si sono incontrate e amalgamate in nome dei valori fondamentali dell’accoglienza, del rispetto e senso civico.

La scuola Nino Atria è stata onorata di contribuire alla commemorazione di un uomo, prima di tutto, che ha speso la sua vita al servizio della comunità per l’affermazione dei principi di legalità e giustizia. Un uomo che ha insegnato a non dimenticare il rispetto per la persona e l’accoglienza verso tutti,  esempio di  testimonianza a favore degli ultimi .

Don Meli  è stato giustamente definito “il prete dei bambini” e noi come comunità educante abbiamo il dovere di continuare a lavorare su percorsi di solidarietà, inclusione ed accoglienza che sono oggi al centro della nostra azione didattica.

Pioniere nella lotta per i diritti, Don Meli è stato il prete del sorriso, impegnato nell’accoglienza, ma anche della denuncia. Per questo egli rappresenta un esempio e  punto di riferimento per tutti i giovani che a scuola hanno l’opportunità di essere guidati a quella elaborazione culturale che, dalla consapevolezza porta alla costruzione dell’identità.

I nostri alunni hanno “cantato” l’orgoglio delle proprie radici e, con immensa gioia, hanno intrecciato delle danze antiche che hanno quasi un valore apotropaico. A Don Meli, appassionato della denuncia evangelica, ci accomuna l’orgoglio di ciò che siamo. Vogliamo che i nostri giovani crescano protagonisti non occasionali nella salvaguardia dei propri valori, della propria cultura e tradizioni, appassionati e fieri delle proprie idee anche quando tutto intorno è indifferenza.

Davvero emozionante l’esibizione degli alunni che, tra sketch esileranti, canti e danze popolari, hanno riempito l’area antistante la Chiesa di Santa Lucia di allegria ed emozioni. IL tutto è stato impreziosito dalla presenza dell’attore comico Gianni Nanfa.

Al termine della manifestazione il dirigente dell’istituto Anna Vania Stallone ha ringraziato la comunità ecclesiastica per l’invito, Rosa Costa Cardinale dell’associazione “Gli amici del colibrì” voluta da Don Meli, e tutti i docenti della scuola Nino Atria che hanno speso energie e tempo per seminare nel cuore dei giovani entusiasmo e passione.

Un plauso va alla referente del plesso Nino Atria Betty Ciaravolo che, accogliendo prontamente ogni  iniziativa, supporta alunni e docenti con indiscussa professionalità.

 

Un sentito grazie ai genitori che in ogni occasione si distinguono per spirito di collaborazione e a tutti i bimbi che non si sono mai tirati indietro ma hanno mostrato entusiasmo e partecipazione. Tutti i docenti si sono impegnati nelle preparazioni preliminari, ma un particolare ringraziamento va a coloro che si sono attivati per permettere la realizzazione dello spettacolo curando instancabilmente ogni dettaglio e dedicandovisi con passione.

Allestimento scene: Cristina Rizzo, Antonietta Giustiniano, Mariella Falcetta, Rosa Anna Ancona, Vito Di giuseppe, Antonino Marcelli, Tiziana Seidita, Farida Bonsignore, Caterina Surdo

Coro: Rosetta Vaiana Scaduto

Contradanza: Antonella Clemenza

Sketch della tradizione popolare: Rosanna Capozzello

Coordinamento generale : Betty Ciaravolo

Tutti i bambini al temine della commemorazione hanno dedicato in coro un toccante saluto a Don Meli: “SI VEDE, SI SENTE, DON MELI E’ QUI PRESENTE !”

Anche oggi abbiamo fatto scuola , una scuola in cui si insegna e si impara a leggersi dentro, a volte facendo uscire qualche lacrima di commozione .

IC Capuana Pardo Addetto stampa Tiziana Seidita

condividi su:

Next Post

Zone franche montane, a Gangi gli stati generali dei Comuni interessati alla norma. Lapunzina: «rivendichiamo il diritto di residenza»

Mer Giu 29 , 2022
Si terranno a Gangi (Pa), venerdì primo luglio, dalle ore 16:30, gli stati generali delle zone franche montane in Sicilia.All’evento sono stati invitati sindaci e amministratori dei 157 Comuni delle Terre alte, interessati alla norma di politica economica.«Siamo alle battute finali della XVII Legislatura – dichiara Vincenzo Lapunzina, coordinatore regionale del comitato e presidente dell’associazione zfm […]