Con il “Mimmo La Mantia Trio”, sabato 2 Luglio alla Galleria delle Vittorie, arriva la storia della musica jazz che ha vissuto il fermento musicale degli anni ’80 a Palermo

Con il “Mimmo La Mantia Trio”, sabato 2 Luglio alla Galleria delle Vittorie, arriva la storia della musica jazz attraverso una band jazz che ha vissuto il fermento musicale degli anni ’80 a Palermo

 

Una formazione nata nei primi anni ’80 a Palermo, che coincide con il fermento culturale che in quegli anni ha visto la nascita e lo sviluppo della vita culturale nei locali storici della città.

Con il “Mimmo La Mantia Trio”, dalle 20 alle 23 di sabato 2 luglio, arriva alla Galleria delle Vittorie un progetto consolidatosi tra alcuni esponenti siciliani del jazz e della musica popolare d’autore come Mimmo la Mantia (chitarra), Tobia Vaccaro (chitarra) e Alfredo Dini (basso elettrico).

Un repertorio caratterizzato dalle composizioni di Mimmo La Mantia, dal quale non possono mancare le rivisitazioni di alcuni brani di John McLaughlin ed Egberto Gismondi, coniugando così il linguaggio europeo con incursioni etniche autoctone e di provenienza asiatica.

Un concerto che travolgerà con un mélange di emozioni e di colori, riportando a una dimensione world, ma senza ostentazioni o cliché. Un processo naturale che vedrà i quattro musicisti portare in scena un percorso artistico di spessore e con un’attenzione sempre vigile verso la melodia e le proprie radici.

Ingresso libero. Info e prenotazioni al tel. 091.6745668.

condividi su:

Next Post

Caro Carburante, all’Ars depositata mozione a sostegno delle imprese agricole, Pellegrino (FI): “Occorre tutelarle per evitare il collasso del comparto”

Mer Giu 29 , 2022
Oggi è stata depositata all’Assemblea regionale siciliana una mozione presentata dal deputato regionale di Forza Italia e Presidente della Commissione Affari Istituzionali all’Ars, on. Stefano Pellegrino, che impegna il Governo regionale ad intervenire presso il Governo nazionale per adottare un serio provvedimento in favore delle aziende agricole siciliane, per superare […]