Al via l’Open Day Ares. Cinque giorni alla scoperta del mondodella formazione

Al via l’Open Day  Ares. Cinque giorni alla scoperta del mondo della formazione offerta dal un Consorzio la cui offerta è veramente ampia ed eterogenea

 

Cerchi una formazione che ti dia veramente la possibilità di immetterti nel mondo del lavoro? Vuoi sapere quali i corsi che si svolgono all’estero e che possono dare l’opportunità di confrontarti con altre culture? Sei interessato a entrare nel mondo del cinema e dello spettacolo?  Domande alle quali si potrà avere risposta, partecipando all’Open Day che il Consorzio Ares promuove dal 19 al 23 luglio nella sua sede di via Donizetti 14.

Cinque giorni durante i quali saranno presentati tutti i servizi didattici Ares, avendo a disposizione la consulenza degli orientatori di ogni facoltà. Sarà possibile conoscere i tirocini curriculari e gli stage post laurea, i corsi all’estero, ma anche ciò che appartiene al mondo in divisa (A.N.Fo.Pe). Sarà anche presentata la nuova “Accademia del Cinema”, che sta proponendo una serie di masterclass per consentire di entrare a fare parte del mondo dello spettacolo in maniera ancora di più qualificata.

Oltre ad avere un consulente pronto a dare tutte le informazioni richieste, si potrà fare anche un tour delle strutture Ares per comprendere l’importanza e la serietà di una realtà per la quale la formazione è fondamentale per la crescita personale e professionale dei giovani. Prova ne sono i 99 corsi di Laurea triennali e magistrali, i Master di I e II livello, i corsi di perfezionamento, le certificazioni linguistiche e informatiche, che propone il Consorzio Ares e che, dal 19 al 23 luglio, saranno illustrate nel dettaglio a chi lo vorrà. Info: 800.1787.47 o info@uniares. it.

condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

PULLARA: MIGRAZIONE SANITARIA. DISAGI SOCIO-ECONOMICI PER LA SICILIA

Sab Lug 10 , 2021
Merita approfondimento, ma anche riflessione, il dato relativo al fatto che il 65% dei pazienti oncologici siciliani, sceglie un’altra regione per curarsi, generando il debito di 230 milioni di euro.Lo dichiara il vice presidente della Commissione Sanità, l’on. Carmelo Pullara.Il dato che è stato in queste ore divulgato dall’Agenas relativamente […]