CODICI INTERVIENE SULL’OSPEDALE DI CASTELVETRANO .

Codici ha più volte sollecitato l’Asp di Trapani e l’Assessorato
regionale alla salute a mantenere i reparti ed i servizi del nosocomio
di Castelvetrano nel rispetto degli standards di efficienza e qualità
con risorse umane e tecnologiche adeguate.


Lo ha fatto in occasione dell’invito nella fase iniziale della pandemia
al reperimento delle mascherine da destinare al personale ospedaliero
che ne era sfornito e della segnalazione delle criticità
dell’elisoccorso.


Nel gennaio dello scorso anno si è appreso da un comunicato stampa che
il Sindaco di Castelvetrano era stato contattato dall’Assessore Razza
per rassicurarlo della permanenza del reparto di rianimazione
all’interno dell’Ospedale di Castelvetrano e che al colloquio telefonico
sarebbe seguita una nota di conferma da parte del direttore generale
Damiani.


In considerazione della situazione d’incertezza in cui versava e versa
l’Ospedale di Castelvetrano che comprende un rilevante bacino di utenza,
Codici riteneva opportuno un urgente chiarimento per evitare che la
questione venisse strumentalizzata ad altri fini che non siano quelli
della salvaguardia della salute delle persone.


Per mettere la parola fine ad una questione che arreca notevoli
disagi all’utenza interessata e ritenendo necessario che la telefonata
dell’assessore Razza necessitasse urgentemente di un documento
ufficiale da parte della Regione Sicilia che confermasse la permanenza
del reparto di rianimazione e di altri reparti presso l’Ospedale,
invitava formalmente il Sindaco di Castelvetrano e il Direttore dell’Asp
a richiedere tale documento.


Non è dato sapere l’esito della richiesta avanzata da Codici che, anche
in tale occasione, sollecitava tutti i soggetti sopra citati a
mantenere i reparti ed i servizi dell’Ospedale con personale sanitario
e parasanitario adeguato avvisando che, in mancanza, avrebbe attivato
la procedura di accesso agli atti per verificare la rispondenza
dell’operato dell’ente ai canoni della trasparenza a cui deve
obbligatoriamente uniformarsi la p.a.


Unitamente a Codici altre associazioni e comitati sono intervenuti per
evitare lo smembramento di una struttura ospedaliera di notevoli
dimensioni che è punto di riferimento di tutta la valle del Belice.
Stando così le cose l’iniziativa del Commissario straordinario dell’Asp
di Trapani di effettuare d’autorità, senza interloquire con i
rappresentati delle comunità interessate, il trasferimento delle
attrezzature del reparto di pediatria e ginecologia dall’Ospedale di
Castelvetrano a quello di Mazara del Vallo, a prescindere dalla sua
inopportunità, non appare una iniziativa improntata allo spirito di
collaborazione che deve sussistere soprattutto in un periodo in cui
tutti gli ospedali debbono essere pienamente operativi.


Codici rivolge all’Asp di Trapani e all’Assessorato regionale alla
sanità l’ennesimo invito a mantenere i reparti ed i relativi servizi
dell’Ospedale di Castelvetrano senza limitarne la funzionalità con
trasferimenti di personale o attrezzature altrove e quindi a garentire
agli utenti l’erogazione del servizio secondo canoni di qualità ed
efficienza.


Buona parte dei fondi comunitari assegnati all’Italia a causa della
pandemia dovranno essere utilizzati per il miglioramento del sistema
sanitario nazionale e quindi qualsiasi iniziativa, priva di valida
giustificazione e non fondata su norme di legge, volta a depotenziare
l’Ospedale di Castelvetrano verrà interpretata da Codici come atto
arbitrario ed illegittimo con la conseguente attivazione degli
strumenti posti a tutela degli utenti della sanità.

Associazione Codici – Delegazioni di Palermo e Castelvetrano

condividi su:

Lascia un commento

Next Post

IN ITALIA 1 BIMBO OGNI 87 CON AUTISMO, MURATORI (STELLA MARIS): E' COME UN MIGRANTE IN UN MONDO DI CUI NON CONOSCE LE REGOLE

Sab Apr 17 , 2021
IN ITALIA 1 BIMBO OGNI 87 CON AUTISMO, MURATORI (STELLA MARIS): E’ COME UN MIGRANTE IN UN MONDO DI CUI NON CONOSCE LE REGOLE DI RENZO: IL MODELLO DI TERAPIA IDO PROMUOVE UNA VISIONE PSICODINAMICA CHE AIUTA LA COMPRENSIONE DELLA MENTE ATIPICA “Il bambino autistico è un po’ come un […]