Unità Siciliana – Lettera aperta al Presidente della Regione Siciliana

Lettera aperta al Presidente della Regione Siciliana

 

Presidente Musumeci,

 

le darò del Lei, perché la forma confidenziale la uso solo nei confronti di chi stimo e, per quanto mi riguarda, lei non merita questo privilegio.

 

Noi Siciliani per cultura siamo stati educati al rispetto di tutti gli Esseri Umani, indipendentemente dalle condizioni sociali, ed in questo rientrano anche coloro che ricoprono i ruoli istituzionali.

Ma nel suo caso, pur rappresentando la massima carica in Sicilia, confesso di avere grandi difficoltà, nonostante il mio immenso sforzo. Questo, non solo e non tanto, perché non ha fatto nulla per migliorare le condizioni sociali ed economiche dei Siciliani in tempi normali, ma perché non lo sta facendo nemmeno nel drammatico periodo che stiamo vivendo.

A questi comportamenti “ignavi” dei politici, ci siamo abituati, ma lei ha superato in negativo tutti.

Adesso, per una sua valutazione politica favorevole alla Lega di Salvini, ha barattato anche la Dignità dei Siciliani.

Veda, Musumeci, purtroppo, noi siamo ormai abituati ad essere derubati delle risorse economiche e dei diritti ed in questo, i politici, tranne casi eccezionali, hanno saputo raggiungere la perfezione; perché il più grande ladro non è chi ti ruba tutto, ma chi ti abitua a vivere senza niente.

Grazie ai nostri politici, noi Siciliani, da sempre, siamo costretti a subire povertà, sottosviluppo. disoccupazione ed a vivere il dramma dell’emigrazione, che costringe ogni anno 27000 giovani ad abbandonare luoghi e persone care, nella speranza di una vita più dignitosa.

Ma quello che lei ha fatto con l’assegnare l’Assessorato alla Cultura ed alla Identità Siciliana ad un leghista è stato uno sfregio, in quanto ha offeso la storica Dignità dei Siciliani, che per noi è un patrimonio intangibile ed il più alto dei nostri Valori.

Ma questa nostra indignazione, evidentemente, non è la sua, perché sicuramente lei ha sensibilità e Valori diversi dal resto dei Siciliani.

E non è la prima volta che lei mortifica il Popolo Siciliano. Lo abbiamo visto partecipare nelle vesti ufficiali di Presidente, alla folkloristica celebrazione della Padania, dove in bella evidenza veniva  esposta la scritta “Prima il Nord ! “.  La abbiamo visto genuflettersi moralmente davanti a gente che, da sempre, ci ha mortificati, offesi e derubati. Chi sa se, in quell’occasione, ha anche lei bevuto l’acqua del sacro Po, per purificarsi come fanno i padani.

Mi chiedo se lei, Musumeci, sa in cosa consista la Cultura e l’Identità dei Siciliani? Ne dubito fortemente.

Salvini ha affermato che con la presenza della Lega al comando della Regione “darà slancio allo sviluppo”.

Ci consenta di dubitarne decisamente, visto i comportamenti passati e presenti della Lega nei confronti dei Siciliani ed i furti perpetrati a danno della Sicilia (62 miliardi di euro, ogni anno, alla Sicilia e a tutti i Meridionali e, per la Sanità,solo alla Sicilia, 695 milioni di euro di finanziamenti in meno ogni anno). 

La Lega vuole aiutare i Siciliani? Bene! Noi abbiamo solo due necessità, contrastare i furti che subiamo dai partiti del Nord, di cui la Lega è capofila, e sostituire i politici nostrani, che hanno reso possibili quei furti a nostro danno.

Ci dispiace costatare che per minare dalle fondamenta anche la nostra Identità Salvini abbia trovato in Lei, Presidente, il grimaldello.

Presidente Musumeci, sappia che anche se ci avesse assicurato di affidare la rappresentanza dei nostri Valori ad un leghista siciliano, anche così, ci saremmo indignati.

Come avrebbe potuto rappresentare la nostra Cultura e la nostra Identità uno di quei leghisti siciliani, che hanno subito, senza battere ciglio, che Salvini inviasse un signore nato a Busto Arsizio, quale commissario della Lega in Sicilia, a cui tutti loro dovranno ubbidire?

È evidente che Salvini, ha ritenuto che nessuno dei siciliani, pur leghisti, avesse i requisiti per meritare l’alto incarico.

L’aver subito questa mortificazione, senza difendere la propria immagine, non mi pare che dica con evidenza del possesso di quei requisiti che dovrebbero stare alla base di chi andrà a rappresentare la Cultura e la Identità dei Siciliani alla cui radice ci sono Valori storici quale la Dignità, l’Orgoglio dell’appartenenza.  (Penso che il prof. Tusa, in questo momento, si stia rivoltando nella tomba).

Mi chiedo dove stia la dignità nell’accettare di non essere padroni a casa propria, quando Salvini ed i leghisti lo pretendono per loro stessi.

Evidentemente, per Salvini, questo diritto è valido per i Lombardi, ma non lo riconosce ai Siciliani.

E lei, Musumeci, ha affidato o affiderà ad uno di questi la tutela della nostra Cultura e della nostra Identità? Si vergogni!

La verità è crudele. Tutto ciò le serve per il suo progetto politico, che ormai la vede fare dichiarazioni a favore di Salvini, fino a portarla a dire che i Siciliani e i Meridionali devono essere grati alla Lega per le tante cose che avrebbe fatto a nostro favore.

Poiché a noi Siciliani non risulta, la vorrei pregare, e ciò per la seconda volta, di volerci indicare, per lo meno, una sola scelta della Lega a favore dei Siciliani.

Veda, Musumeci, noi Siciliani, da persone civili, rispettiamo qualsiasi scelta, in ossequio alla libertà personale, ma le dico molto chiaramente che lei non può offendere la sensibilità di un Popolo, nemmeno se ne è il Presidente.

Questo è davvero troppo!

Lei è quel presidente che con la sua proposta politica affermava che la Sicilia “Diventerà bellissima “… Presidente Musumeci, sappia che la Sicilia è sempre stata Bellissima e questa caratteristica è imperitura, semmai cerchi di evitare di “sporcarla”!

Salvini e Musumeci, ricordate che il Popolo Siciliano, per Sua caratteristica è tollerante anche di fronte ai sorprusi, ma ha sempre conservato il proprio Orgoglio ed una grande Dignità, e quando si è tentato di intaccarla sono stati dolori.

Così sono nati i VESPRI, di cui Noi Siciliani andiamo orgogliosi.

Certo abbiamo degli ascari, pochi in verità, e con loro ci comporteremo come abbiamo fatto con il coronavirus… li emargineremo.

Tanto, tutti i siciliani, Le dobbiamo.

 

Enzo Maiorana – Vice presidente di Unità Siciliana

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

NULLA SARA' COME PRIMA

Ven Mag 15 , 2020
E’ presuntuoso ed inutile cercare di individuare e prevedere le conseguenze di fatti come questa pandemia. Non è altrettanto inutile e difficile tenere a mente quello che è stato in passato ciò che a simili sciagure ha fatto seguito. Eppure facilmente sembra si sia dimenticato quello che epidemie, come quelle […]