M5S: “Una Finanziaria che scontenta tutti e non dà risposte concrete ai contraccolpi della pandemia”

ll capogruppo Pasqua: “E tra le pieghe della manovra le solite marchette. Ci sarebbe da dire che forse è più facile debellare il Covid-19, che il virus della tabella H”. 

 

M5S: “Una Finanziaria che scontenta tutti e non dà risposte concrete ai contraccolpi della pandemia”

 

“Una Finanziaria ai cui lavori abbiamo collaborato, per cercare di migliorarla,  con grande senso di responsabilità, in commissione prima e in Aula poi, ma che ha avuto, in corsa, una sorta di mutazione genetica, finendo con lo scontentare un po’ tutti, disabili e Comuni in primis, ai quali vengono sottratti soldi sicuri a fronte di finanziamenti incerti, legati alle trattative con lo Stato e alla possibilità di utilizzare i fondi Poc. E tutto questo senza garantire ai siciliani quelle risposte che aspettavano per contrastare i contraccolpi economici pesanti della pandemia in corso. Il nostro ‘no’  non poteva che essere consequenziale”.    

Lo afferma il capogruppo del M5S all’Ars, Giorgio Pasqua, a commento della manovra di stabilità varata a sala d’Ercole.

“Noi – continua Pasqua –  anche in virtù del momento particolare, abbiamo lavorato per migliorare la manovra, tenendo un comportamento responsabile, certamente più di quello del presidente  Musumeci, che alle prime difficoltà, in maniera pretestuosa, è scappato a gambe levate, abbandonando la Sicilia nel momento in cui l’isola aveva più bisogno della sua presenza”.

“Tra le tante incertezze di questa manovra, a partire dai fondi utilizzabili – conclude il deputato – c’è qualche inossidabile certezza: le marchette a sala d’Ercole non muoiono mai. Ci sarebbe da dire che forse è più facile debellare il Covid-19, che il virus della tabella H. Che, come al solito, ha regalato soldi a destra e manca”.

 

 

condividi su:

Lascia un commento

Next Post

FIORAMONTI: La scuola al centro di tutto.

Lun Mag 4 , 2020
SCUOLA, FIORAMONTI: “Rimettere la scuola al centro di tutto”. “Bisogna rimettere la Scuola al centro di tutto”. Così dichiara l’On. Fioramonti( MISTO), già Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.   “Il Premier Conte- continua Fioramonti-, non lasci che il settore venga gestito in modo unilaterale e divisivo. Serve convocare un […]

You May Like