RICORDATO L’ECCIDIO DELLE FOIBE AL LICEO DELLE SCIENZE UMANE G. GENTILE DI CASTELVETRANO

Anche quest’anno il Liceo “ Cipolla – Pantaleo – Gentile “ di Castelvetrano si è intestato un progetto, curato dai docenti Giardina Rosaria, Venezia Ignazia M. A., Giorgia  Guidera  e Fera  Giuseppe,  per sensibilizzare i giovani ai valori sociali ed ambientali

Trattasi di 3 percorsi didattici di cui il primo  avente per tema “ Le foibe : il racconto di una storia dimenticata “  si è concluso lo scorso 11 febbraio.

L’evento è stato caratterizzato dal triste racconto fatto dagli stessi studenti dell’eccidio  perpetrato  nelle foibe dell’Istria da parte dei partigiani slavi che avevano occupato alcune città della regione causando un numero imprecisato di vittime innocenti (si parla di 6  o 7 mila persone uccise e 3 mila scomparse nei gulag di Tito).

A ciò si è aggiunto l’esodo di circa 250 mila italiani costretti a lasciare le loro case a seguito della firma del trattato di Parigi del 1947  che assegnava l’Istria e buona parte della Venezia Giulia alla Jugoslavia.

A causa di  pregiudizi ideologici e cecità politica la verità sulla strage per tanti anni è stata ignorata cadendo nell’oblio.

Solo dopo la fine della guerra fredda e grazie all’interese manifestato  dai mass media  il tema delle “ foibe “ è stato affrontato e portato a conoscenza dell’opinione pubblica internazionale  in tutta la sua crudeltà ed efferatezza.

Alla fine del racconto è intervenuto come relatore il prof. Salvatore Tedesco dell’Università di Palermo il quale ha sottolineato che il sapere storico consente di costruire un futuro migliore per le future generazioni ed evita certi errori del passato e che quanto successo nelle foibe  è da addebitare a responsabilità individuali.

All’incontro  erano presenti le  associazioni Codici Onlus, Codici Sicilia e Codiciambiente che si occupano di tematiche sociali, il Comandante dei Carabinieri della locale Compagnia,  l’assessore  Barresi del Comune di Castelvetrano ed altre Autorità nonché la dirigente scolastica prof.ssa  Tania Barresi, docenti e studenti dell’Istituto scolastico.

Gli studenti  hanno partecipato  attivamente e con molta attenzione alla manifestazione la cui valenza sicuramente influirà positivamente sullo sviluppo culturale, didattico e sociale degli stessi.

Altri due percorsi di legalità  avranno luogo nei mesi di marzo ed aprile in cui saranno coinvolti anche giornalisti, magistrati,  esperti in materie ambientali nonché le Associazioni Codici.

 

Associazioni Codici Onlus, Codici Sicilia e Codiciambiente

Delegazioni Castelvetrano e Palermo

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Due liceali apriranno il congresso del partito di Unità siciliana- Le Api,nato dal tavolo blu

Ven Feb 14 , 2020
Saranno i giovanissimi Ludovica e Samuele ad aprire i lavori del congresso fondativo del Partito di Unità siciliana- Le Api, in programma a Palermo sabato 15 e domenica 16.   I ragazzi,  rispettivamente 14 e 17 anni , hanno scelto di  assentarsi per un giorno dai banchi del liceo per poter finalmente far sentire agli adulti cosa pensano della […]