Comunicato del Movimento Politico Sociale “Castelvetrano Avvenire”

 

“Castelvetrano Avvenire” in difesa dell’Ospedale di Castelvetrano

La giunta regionale di governo ha approvato la nuova rete ospedaliera della Sicilia. Nel Trapanese Le novità sono Marsala e Mazara del Vallo indicati come DEA di I livello. Presidi territoriali tutti gli altri. Il percorso è ancora lungo ma un dato risulta chiaro e incontrovertibile fin da subito: ancora una volta questo territorio e buona parte della Valle del Belìce sono mortificati con il declassamento dell’Ospedale di Castelvetrano.

Non volendo entrare nel merito del provvedimento nella sua logica intrinseca, è di tutta evidenza che la Valle del Belice non può rinunciare ad un presidio ospedaliero come quello di Castelvetrano. Non certamente per ragioni campanilistiche o nostalgiche ma per sacrosante esigenze di adeguati servizi sanitari e sociali.

Un Ospedale che serve un bacino d’utenza di circa 200.000 abitanti che insistono sul territorio Belìcino e non solo, non può rientrare in nessuna ipotesi di ridimensionamento per riordino o altra artificiosa giustificazione. Solo ipotizzare di farlo, francamente, riteniamo sia irrazionale e può rispondere solo a logiche di natura ”politico spartitoria”, sicuramente non improntate ad esigenze di buona sanità.

Dunque, ricordando che risale al XV secolo, promossa dagli stessi cittadini, la fondazione del primo edificio dell’ospedale; preoccupati che ancora una volta questa Città sia penalizzata da decisioni prese al di sopra delle nostre teste; lasciati soli dalla rappresentanza politica e Istituzionale  che dovrebbe tutelare e valorizzare il Territorio, “Castelvetrano Avvenire” vorrà farsi promotore nei prossimi giorni di azioni concrete e civili.

Ci adopereremo perché le diverse e autorevoli voci di Associazioni, Movimenti e gruppi spontanei, mettano insieme le proprie intelligenze e le proprie forze, creando un coordinamento  in nome del bene comune.

Abbiamo il dovere di coinvolgere  l’amministrazione commissariale perché condivida gli interessi della cittadinanza e intervenga utilizzando tutti i canali di cui dispone per garantire il diritto alla salute dei cittadini. Ciò anche in rete con le amministrazioni dei Comuni limitrofi che subirebbero un danno dalla penalizzazione dell’Ospedale, o con una conferenza locale della sanità e quant’altro dovesse ritenere utile ed opportuno.

Abbiamo il dovere di coinvolgere tutti i rappresentanti istituzionali, a tutti i livelli, nonostante tutto, per fermare questo processo di perdita di valore, funzione e servizi del nostro territorio

Abbiamo il dovere di fare, piuttosto che dire.

 

Il Direttivo di “Castelvetrano Avvenire” Movimento politico sociale

Lascia un commento

Next Post

Castelvetrano e L'Accademia di belle Arti di Brera

Ven Lug 20 , 2018
  Di seguito pubblichiamo un Comunicato delle ASSOCIAZIONI CONFABITARE & NOI LABORATORIO CIVICO su una lodevole iniziativa i cui lavori sono cominciati un anno fa.   Il lavoro silenzioso ma costante delle ASSOCIAZIONI CONFABITARE & NOI LABORATORIO CIVICO sta dando i suoi frutti. Nei prossimi mesi avremo il piacere di […]