San Cataldo: appalti pubblici pilotati al comune, arrestati funzionari e imprenditori

Rifiuti e edilizia, appalti pubblici pilotati da Cosa nostra: 16 misure cautelari a Caltanissetta

Coinvolti funzionari comunali e imprenditori. Le indagini hanno svelato un comitato d’affari di mafiosi di San Cataldo che ha condizionato gli appalti

I carabinieri di Caltanissetta stanno eseguendo misure cautelari nei confronti di 16 persone con l’accusa di aver condizionato appalti pubblici legati a rifiuti ed edilizia. L’ordinanza è stata emessa dal gip del tribunale di Caltanissetta a conclusione di complesse indagini nei settori del contrasto alla criminalità organizzata e reati contro la Pubblica amministrazione, coordinate dalla Dda della stessa città siciliana.

Le indagini hanno permesso di far luce su un comitato d’affari, composto da appartenenti a Cosa nostra di San Cataldo, funzionari comunali e imprenditori, che hanno condizionato illecitamente gli appalti pubblici gestiti dal comune di San Cataldo nei settori dei rifiuti e dell’edilizia.

Fonte : ANSA

Il Circolaccio

condividi su:

Lascia un commento

Next Post

E Antonello dalla cella continua a gestire Unioncamere: gli amici del Pd possono

Lun Lug 9 , 2018
Se Montante (pur essendo in cella) resta in sella a Unioncamere Sicilia La notizia-shock imbarazza i vertici camerali siciliani e nazionali, che provano a disinnescare una “bomba a orologeria” lasciata dall’ex leader confindustriale, dal 14 maggio in carcere per corruzione Catania. Pur essendo in cella resta in sella. Contrordine: Antonello […]

You May Like