Castelvetrano: anziani residenti a Triscina “sfrattati” per abusivismo non sanno dove andare

MOVIMENTO LIBERI E INDIPENDENTI CASTELVETRANO

        COMUNICATO STAMPA

 

 Castelvetrano 31/05/2018

 

Case abusive di Triscina, quando le leggi urbanistiche non tengono conto  di

  violare  il diritto di abitazione dei cittadini

 

 

Succede che alcuni cittadini di Triscina , ormai destinati a lasciare la loro abitazione abusiva , come da provvedimento comunale, ti incontrano per strada e ti dicano:” e adesso dove vado ad abitare?” . E’ il singolare caso di una coppia di anziani , da oltre 18 anni residenti a Triscina nella strada 59 a n. 64 . I coniugi  R.G e C . C. rispettivamente, di 77 e 75 anni , riesedono in questo immobile che sarà a breve abbattuto, da 18 anni e , allo stato attuale, non hanno altra abitazione di loro proprietà, dove  poter abitare.  E’ l’ulteriore caso che conferma che a Triscina, molti cittadini , ci abitano come residenza principale e che la loro costruzione, seppur in un primo tempo sanata e con tanto di oblazione pagata al comune , non era di certo un fabbricato speculativo. Adesso, dopo avere ricevuto l’ordine di sfratto dal comune i due anziani dovranno lasciare la casa dove risiedono. Un disagio notevole. Un provvedimento che ha mandato in depressione la coppia di anziani pensionati. Mobili, arredamenti vari  che necessitano di una civile abitazione presto saranno in mezzo alla strada. A quell’età non è facile spostarsi e soprattutto avendo i figli lontani, non è neanche facile trovare una sistemazione. Il caso dei due coniugi quasi ottantenni ci ha colpito molto. Anche se ,sappiamo per certo che, altre famiglie  di Triscina sono in difficoltà ,  a causa della perdita della prima abitazione.  Nel rispetto delle leggi, riteniamo che comunque , al primo posto, deve sempre prevalere il rispetto per la dignità umana.  Lasciare delle persone anziane , senza la  casa  dove abitano tutti i giorni crea difficoltà notevolissime. Chiediamo , pertanto, ai commissari di Castelvetrano  di valutare questi casi particolari , con una specifica assistenza. Sarebbe auspicabile, per i casi più delicati, anche degli incontro tra i rappresentanti del comune e queste persone che registrano  evidenti difficoltà a lasciare la loro prima casa

 

                                                                 Luciano Perricone

                              Movimento Liberi e indipendenti Castelvetrano

Lascia un commento

Next Post

Caso Montante: l'informazione "libera" a pagamento o propizia a ricevere favori

Ven Giu 1 , 2018
Dalle intercettazioni legate alle indagini sul sistema Montante esce un quadro inquietantissimo.  Molti giornalisti e testate vengono citate nel rapporto  della Polizia di Caltanissetta, con evidenti scambi di vario interesse con Montante e suoi amici.  Il metodo Montante non è neanche nuovissimo. Anche a livello locale, spesso il potere  politico […]