Caso Montante: l’informazione “libera” a pagamento o propizia a ricevere favori

Dalle intercettazioni legate alle indagini sul sistema Montante esce un quadro inquietantissimo. 

Molti giornalisti e testate vengono citate nel rapporto  della Polizia di Caltanissetta, con evidenti scambi di vario interesse con Montante e suoi amici. 

Il metodo Montante non è neanche nuovissimo. Anche a livello locale, spesso il potere  politico si è “comprato” la simpatia di certe testate con la pubblicità o con altri sistemi. Diversi comuni , per decenni hanno dato contributi pubblici ad alcune emittenti e testate tradizionali e online senza gara e senza chiedersi se, queste testate giornalistiche,  rispettassero i contratti ai loro collaboratori giornalisti. E  tutto questo è accaduto nei comuni  siciliani senza che il tanto strombazzato ordine dei giornalisti intervenisse a tutela degli iscritti.

Anche nel  trapanese diversi comuni hanno sciorinato centinaia di migliaia di euro a favore delle emittenti e testate locali con l’obiettivo di creare “simpatie” per usare un eufemismo. Basta guardare le  delibere e i provvedimenti e vengono fuori tanti soldi  spesi e dedicati sempre agli stessi. Comuni con tanti debiti, ma i soldi per gli amici dell’informazione si trovavano sempre. Rimangono molti dubbi sull’agire dell’ Ordine dei Giornalisti che non ha mai chiesto alle forze di polizia di verificare i rapporti di collaborazione nelle redazioni di testate che hanno preso, a vario titolo, denaro pubblico

Firme illustri del giornalismo siciliano ,pronti a scambiare il loro ruolo di comunicatori  per inviti a cena, pubblicità e consulenze varie.

In nome dell’antimafia tutto si poteva dire, bastava solo non toccare gli interessi degli amici di Montante e di Crocetta

Insomma , per avere diritto a parlare di mafia dovevi essere “registrato” da Montante o da altri sodali di cui ancora non si conoscono i nomi. Un sistema che potrebbe essere stato usato anche da altri  potenti per attaccare i nemici e nascondere gli interessi di certa antimafia su beni confiscati e politica. 

Nelle accurate indagini finiscono anche nomi importanti come Giuseppe Sottile( EX MEDIA SET , IL FOGLIO e ex direttore di Live Sicilia), Giovanni Pepi( direttore GDS), Accursio Sabella (Live Sicilia)

Il rapporto della Questura di Caltanissetta elenca una serie di giornalisti fortemente compromessi con la galassia Montante. Una vera “CIA” siciliana e protetta da certa antimafia e dal PD

La testata Live Sicilia viene più volte citata nell’informativa con i suoi responsabili che trattano con Montante precise linee editoriali utili a Crocetta e sopratutto, non parlare dei rifiuti contro l’imprenditore, Catanzaro di Siculiana

Accursio Sabella accettò, secondo le indagini  le seduzioni di Montante

L’elenco dei “sedotti” da Montante è lungo

 

Cene, pranzi e consulenze. Si trattavano bene

Dall’Informativa con le intercettazioni

Il MONTANTE manteneva ottimi rapporti con il giornalista SOTTILE Giuseppe –
attualmente responsabile dell’inserto del sabato del quotidiano Il Foglio, del quale è stato anche  condirettore – come si desumeva sia dalla documentazione sequestrata al MONTANTE sia dalle intercettazioni dalle quali emergeva che il giornalista era accondiscendente alle richieste del MONTANTE.

Nel file excel, denominato “copia di appunti in ordine cronologico (Ordinati 11.11.2015)
Rev (version 1)”, nella cartella denominata “TUTTI”, venivano rinvenuti i seguenti appunti
relativi al SOTTILE Giuseppe:

21/07/2009
ore 14,00 pranzo Peppino Sottile e Marco
Venturi al ristorante piazza C…………..
04/08/2009
ore 21,00 cena con Sottile, Piritore, Di Simone al
Bernini
04/11/2009 ore 13,00 pranzo Sottile e Ivan
04/12/2009 pranzo Sottile
16/12/2009
ore 21,00 cena con Sottile e Marco Venturi al
Bernini
01/09/2010 ore 21,00 cena con Ivan Lo Bello e Sottile
14/12/2011
ore 13,30 pranzo Cirillo / La Licata Ciccio /
Dispenza / Sottile da Tullio
01/02/2012 ore 13,30 pranzo P.Sottile e Ivan
07/04/2012 ore 16,00 a casa Peppino Sottile
17/05/2012 ore 14,00 pranzo Peppino Sottile
07/06/2012 pranzo Peppino Sottile in Confindustria Roma
21/07/2012 cena Peppino Sottile
20/12/2012 ore 20,00 cena con Peppino Sottile da Tullio
27/11/2013
ore 09,30/10,30 colazione Alfano e Sottile al
Bernini
02/04/2014 ore 13/14 pranzo Sottile Peppino
02/04/2014
ore 13/14 pranzo Sottile Peppino da Marco
Piazza Caprinica
18/12/2014
ore 21/22 cena Bevilacqua, Pitruzzella, Sottile e
Morgante
03/01/2015 ore 15/16 app. Sottile da Foresta

27/01/2015 ore 21/22 cena Peppino Sottile
17/02/2015
ore 13,30/14,30 pranzo Sottile Via XII
Gennaio,8 Politeama
25/02/2015 ore 09,15/10,15 Sottile in aeroporto
06/03/2015
ore 08,30/09,30 colazione Sottile via Del
Gesù,85 (Aud)
22/04/2015 09,15/10,15 Sottile in aeroporto Roma
10/06/2015
ore 17,00 con Sottile + Venturi Bar sotto la
redazione IL FOGLIO Roma
30/06/2015
ore 20,00 cena con Peppino Sottile, Chiara
Mancini + Lo Bello da Tullio
21/07/2015
ore 17,00 Palermo / Roma incontrato in aereo Lo
Voi – Sottile – Prof. Pignatone Roberto
22/07/2015
ore 10,00 colazione Chiara Mancini + Sottile al
Bernini
05/08/2015
ore 09,30 app. Nello Musumeci in
SICINDUSTRIA per suo progetto + sponsor
gazzebo Catania per figlio indeciso + per sua
intervista + Mulè + Sottile 2
15/09/2015 ore 10,00 app. Sottile Peppino sotto casa sua
21/10/2015 ore 20,00 cena con Peppino Sottile da Tullio
Nel corso della conversazione nr. 694603 delle ore 18.54 del 9.6.2016, il MONTANTE
chiamava il giornalista SOTTILE Giuseppe per lamentarsi di un articolo pubblicato quel giorno, a
firma del giornalista SABELLA Accursio, riguardante la polemica sulla questione “rifiuti” in
Sicilia e, nel fare riferimento al CATANZARO Giuseppe, era stato evidenziato il legame di
quest’ultimo con il MONTANTE.
Utilizzando anche un linguaggio scurrile, il MONTANTE ripeteva, più volte, adirato, al
SOTTILE che non si dovevano fare questi parallelismi con lui.

Chiestogli se aveva capito cosa intendesse, il SOTTILE rispondeva che era “chiarissimo”
e che avrebbe “provveduto”, rimarcando il fatto che il MONTANTE aveva perfettamente ragione.
Conversazione telefonica nr. 694:
All’inizio la conversazione ha un carattere amichevole e non inerente alle indagini. Poi a minuti
01.06 la conversazione per il suo particolare contenuto viene trascritta integralmente.
MONTANTE: ..si!.. ti volevo dire solo per.. lo sai che io non, non.. sono cose molto, sono
molto rispettoso di quello che si scrive.. eh, eh, oggi ci è stata na, c’è na
polemica, naturalmente ..(balbetta).. su a munnizza, rifiuti..
SOTTILE: ..si, si..
MONTANTE: ..csi ca a mia, ca nuatri un ni, ni futti un cazzu come Confindustria..
SOTTILE: ..(inc)..
MONTANTE: ..però c’è il vice Presidente di Confindustria che è Catanzaro, che, a fa questo
mestiere no!.. (inc).. quindi viene..
SOTTILE: ..vabbè, si, si.. (inc)..
MONTANTE: ..però se tu vedi, vedi.. nooo, se tu vedi il tuo pezzo, il vostro pezzo di poco fa dii.. eh,
accumencia a parlari di Catanzaru vice presidente, vicino a Montante.. Montante eh,
per cui.. ogni volta Accurso eh, direttamnte.. la notizia ci sta va beni.. cose loro.. ma
chi c’entra, nun c’entra ne Confindustria ne Montante che.. tutti sono vicini a

SOTTILE: ..si..
MONTANTE: ..è un Presidente.. quindi ogni vota se tu, se tu lo leggi lo vedi.. non ne che siamo
bambini diciamo, oooh.. ogni vota se tu lo vedi è veramenti da distu, da azione di
disturbo, piccole cose, stiamo parlando di niente.. è per solo per farti notare..
SOTTILE: ..(inc)..
MONTANTE: ..Accurso ..(inc).. è bravo una vostra punta, però ogni vota eh, avi questa cosa!.. un
c’intru, chi cazzu c’entra Confindustria?.. parla della Marcegaglia che, che tratta a
Marcegaglia con l’Ilva, non c’entra mai Confindustria o vici presidenti!.. chi
c’entra.. Catanzaru ha un problema ..(balbetta).. ca avi a Siculiana..
SOTTILE: ..si..
MONTANTE: ..quannu pua ci etta un Sinnacu, cafuddra!..
SOTTILE: ..nella, nella, nella sua, certo!..
MONTANTE: ..eh!.. e pua, Montanti amicu, vicinu a Montanti.. ma tutti sono vicini a Mo, se
Montante vuol vedere.. sennò mi dimetto, accussì un c’è nuddru chiù vicinu a
Montanti..
SOTTILE: ..eh..
MONTANTE: ..e siamu a pustu!.. su questo e il, eeh capisci?.. eeeh..
SOTTILE: ..pronto!..
MONTANTE: ..fin quando scrivi fin.. pronto!..
SOTTILE: ..si ti sento..
MONTANTE: ..no fin quando scri.. nooo scusa, fin quando scrivi.. ì sacciu, giornali faziosi, quel che
è.. perché vogliono fo, fottere politico.. però chi c’entra su una polemica che tra
Crocetta e un problema di munnizza, che poi ci putissi stari Catanzaru..
SOTTILE: ..cioè, l’unica cosa e che li lui la tira strumentalmente questo Crocetta, perché
ovviamente ha scritto.. (si accavallano le voci)..
MONTANTE: ..ma a Crocetta ci putiti.. a Crocetta ci putiti diri che, coglioni cretinu, fallutu eh, eh,
sceccu, tutti cosi ma un c’entra.. chi c’entra Mo, Mo, eh.. ne (si accavallano le voci)..
SOTTILE: ..chiarissimo..
MONTANTE: ..ci putiti mettiri ca puru.. (inc).. co Catanzaru!.. ma nun c’entra nè Confindustria e
mancu Montanti in questa cosa no?

Continua

Fonte : Documenti

Il Circolaccio

Lascia un commento

Next Post

Castelvetrano ci "mette la faccia" contro la mafia. Messina Denaro libero da 25 anni chi ha barato?

Sab Giu 2 , 2018
25 anni di latitanza di Matteo Messina Denaro Storia di una latitanza dove, lo Stato , per molti versi ci sta rimettendo la faccia. Messina Denaro non si è nutrito solo del sostegno dei suoi conterranei come, comodamente è stato detto da certa stampa e da certi politici La latitanza […]