MOVIMENTO “INSIEME SI PUO’ “ Risposta alla nota dell’ASP di Trapani

 

Pubblichiamo di seguito un comunicato del movimento“INSIEME SI PUO’ “ come precisazione in risposta al comunicato diramato dall’ASP di Trapani, nella persona del Dott. Bavetta quale Commissario dell’Azienda sanitaria provinciale.

Ai Commissari straordinari del comune di Castelvetrano

Dott. Caccamo Salvatore

Dott.ssa Musca Maria Concetta

Dott.ssa Borbone Elisa

 

Al Commissario dell’Azienda sanitaria provinciale  di Trapani dott. Giovanni Bavetta

Agli organi d’informazione

 

Oggetto :Precisazioni in merito alla  richiesta di attenzione e verifica , sulla paventata chiusura e trasferimento dei  Reparti di Ginecologia ed Ostetricia e Pediatria dell’Ospedale “Vittorio Emanuele II “ di Castelvetrano , dopo la risposta dell’ASP di Trapani .

 

In medicina si è sempre detto “ meglio prevenire che curare “ , riuscendo ad anticipare eventuali problemi o malattie che possano diventare invalidanti o irrimediabili , come nella vita di tutti giorni si sa bene che quando si perde qualcosa a vantaggio di altri , poi è sempre difficile poter tornare indietro per riottenerla.

Il  “ procurato allarme “ , è stato solo uno squillo di tromba , per attirare l’attenzione generale della città sull’Ospedale “Vittorio Emanuele II “ di Castelvetrano  ed aspettare  la puntuale risposta , che non si è fatta attendere ,  da parte dell’Azienda  Sanitaria Provinciale di Trapani .

In questi giorni , ho avuto modo di frequentare assiduamente l’Ospedale di Castelvetrano , per esigenze mediche familiari  e ho potuto constatare di persona  la professionalità , l’impegno e l’attaccamento  al lavoro  di tanti medici , infermieri e del  personale ausiliare , che purtroppo a denti stretti si  lamentano  di turni massacranti e carenza di organico   , specialmente quando si vengono a conciliare eventi naturali o straordinari  , tipo ferie , malattie ,morte  , gravidanze o permessi speciali del personale  che non vengono momentaneamente rimpiazzati , creando un sovraccarico di lavoro per tutti coloro che sono in servizio .

Se mi vorreste accusare del  “reato di procurato allarme “ , allora dovreste chiamare in correità decine di medici ed infermieri , perché è proprio da loro che è partito il grido di allarme “sulla paventata chiusura“ di alcuni reparti , estendendo la denuncia  anche a tutti quei cittadini , molto preoccupati  perché  già avevano avuto sentore di questa notizia che da mesi gira dentro e fuori l’Ospedale , per arrivare fino ai paesi vicini .

Quindi , bisogna partire proprio , da questa preoccupazione interna all’Ospedale , che  dimostra che il personale medico ed infermieristico , non conosce bene , le manovre strategiche che l’ASP di Trapani sta portando avanti  e non hanno ancora colto la valorizzazione  dell’offerta sanitaria , forse la mancanza di tanti primari o di dirigenti responsabili , ha spezzato il filo di collegamento o di comunicazione con i vertici  dell’Azienda Sanitaria .

Per quanto riguarda l’etica e i meri interessi o calcoli politici , sono sicuro che il dott. Bavetta , si riferiva ad altri soggetti che vivono di politica  dentro la sanità trapanese   e che qualche mese fa si sono confrontati per la campagna elettorale  durante le elezioni regionali .

Per sua conoscenza ,  il sottoscritto non ricopre nessun incarico elettivo ne di nomina politica , agisce da cittadino comune , facente parte del movimento civico “ Insieme si può “ , che si interessa della propria città e del proprio territorio , in un periodo molto particolare per la città di Castelvetrano , che si ritrova senza sindaco , senza amministrazione comunale e senza nessun rappresentante politico .

A questo punto speriamo che in futuro , i  Commissari straordinari in rappresentanza della nostra città , siano invitati ai tavoli tecnici provinciali dell’ASP e ci informino su tutte le nuove strategie che vengono elaborate  per il nostro territorio , così da condividere con la cittadinanza eventuali scelte e decisioni importanti , in modo tale da non generare inutili allarmismi , generati soprattutto dalla mancanza di comunicazioni .

Per finire , voglio ringraziare personalmente il dott. Giovanni Bavetta , per la celerissima risposta al nostro intervento e mi fa piacere che abbia fatto finalmente chiarezza su quello che è l’organico dei posti letto attivi , la conferma di tutti i reparti , l’aggiunta delle UTIC e la disponibilità dei nuovi primari e dei concorsi per quelli mancanti .

Visto l’impegno pubblico di valorizzare tutto l’ospedale di Castelvetrano e di mantenere il punto nascita ,  questa sua risposta , la consideriamo più che ufficiale e mi piace paragonarla alla firma di un “ contratto pubblico di servizio “ , come abbiamo  fare in questi ultimi giorni  con il Governo nazionale  , e in questo caso  con l’intera città di Castelvetrano , con tutto il suo vasto comprensorio territoriale e soprattutto con i suoi colleghi medici , sia del reparto di Ginecologia sia dell’intero Ospedale “ Vittorio Emanuele II “ .

In questo modo , si è fatta chiarezza , le trombe hanno smesso di squillare , le truppe sono rientrate nei reparti , la città è salva e il nostro Ospedale , può tornare a lavorare in tranquillità e continuare ad elargire servizi d’eccellenza e a raggiungere e superare tutti i budget di prestazioni assegnati .

Siamo sicuri , con il nostro intervento , di aver fatto chiarezza e che con la risposta precisa e puntuale data dal dott. Giovanni Bavetta  si siano dissipate anche le aspettative o le richieste di chi , per la propria città richiedeva la Rianimazione o di chi magari preferiva l’intero Reparto di Ortopedia .

Ormai è chiaro ,  tutto rimane immutato , anzi siamo sicuri che verranno  migliorati i servizi  offerti ed arriveranno le giuste risorse per rinnovare le attrezzature e per far diventare l’Ospedale di Castelvetrano la punta di diamante dell’intera ASP di Trapani , dando il giusto merito al prezioso lavoro svolto in questi mesi  dal dott. Bavetta e dai suoi collaboratori , ricordandoci  tutti  che l’Ospedale non  dovrebbe  politicizzato , è un bene pubblico che appartiene ai cittadini  indistintamente e non è di chi lo amministra in maniera temporanea o su incarico politico .

Saluti .

 

Castelvetrano 27/05/2018

Per il MOVIMENTO “INSIEME SI PUO’ “

f.to   Ninni Vaccara

Lascia un commento

Next Post

I giornali tedeschi attaccano gli italiani:" popolo di scrocconi e mafiosi"

Dom Mag 27 , 2018
Ora i tedeschi ci attaccano perchè non vogliono il prof. Savona Ministro Sui giornali tedeschi scrivono:”Italiani scrocconi ,aggressivi,  mafiosi ed evasori” L’attacco contro l’Italia, e contro il governo di Giuseppe Conte che dovrebbe nascere, arriva dai quotidiani esteri. L’inaccettabile critica agli italiani. I partiti reagiscono tranne Mattarella, Berlusconi Forza Italia  e il […]