Scandalo magistrati: Il procuratore generale Fuzio, “lascia” l’incarico dopo le rivelazioni a Palamara

Fuzio anticipa l’addio: “Non sussistono le condizioni interne per rimanere”

Con “rammarico” abbandonerà la toga il 21 luglio invece che in novembre

Lo fa con “rammarico”, ma il pg della Cassazione, Riccardo Fuzio, decide di abbandonare anticipatamernte la magistratura. Il termine per il suo pensionamento era fissato per il 20 di novembre ma Fuzio – rimasto coinvolto nello scandalo del Csm che ha portato alla sospensione di Luca Palamara e a sua volta indagato per rivelazione di segreto d’ufficio – ha deciso di lasciare la toga il 21 luglio prossimo.

La ragione: “Non sussistono le condizioni interne per garantire la piena funzionalità della Procura generale” della Cassazione. Per questo, Fuzio ha comunicato la sua decisione al Csm, al Ministero della Giustizis e ai colleghi della Procura generale.

Lascia un commento