Arrestato il sindaco leghista di Legnano. Salvini: «Non commento le indagini»

Tre arresti nell’operazione denominata Piazza Pulita’ della Guardia di Finanza. Sono finiti in manette il sindaco leghista di Legnano Gianbattista Fratusl’assessore e vicesindaco in quota Forza Italia Maurizio Cozzi e l’assessore alle Opere pubbliche, Chiara Lazzarini. La misura del carcere è stata applicata solo per il vicesindaco, gli altri due indagati sono invece ai domiciliari.

I tre rispondono a vario titolo di turbata libertà degli incanti, turbata libertà  del procedimento di scelta del contraente e corruzione elettorale.

«Non commento le indagini. Ho fiducia nei miei uomini e nella magistratura – sono state le prime parole il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini da San Severo, nel Foggiano – Spero che tutte queste indagini che si stanno aprendo si chiudano in fretta per distinguere colpevoli e innocenti». Salvini non reagisce come ha fatto per il caso Siri. Probabilmente aspetta il 26 maggio. Di voto di scambio e ricatto elettorale si dovrebbe indagare anche in Sicilia. Le regionali ,spesso ,sono un continuo violare le leggi.

FONTE: IL DUBBIO

Lascia un commento