Porto Empedocle, arrestato militare della guardia costiera
Prometteva assunzioni come marittimo in cambio di denaro

Luca Fresco, 42 anni, è stato arrestato in flagranza di reato. La procura di Agrigento ipotizza la truffa e il millantato credito. L’uomo, infatti, diceva di avere conoscenze importanti anche nell’Autorità portuale di Palermo

Prometteva assunzioni come marittimo in cambio di denaro. Questa l’accusa rivolta dalla procura di Agrigento a Luca Fresco, 42enne sottocapo in servizio alla guardia costiera di Porto Empedocle. I magistrati ipotizzano la truffa e il millantato credito. 

Stando alle indagini, Fresco avrebbe detto di vantare amicizie importanti all’interno del Corpo delle capitanerie di porto e dell’Autorità portuale di Palermo. Le richieste di denaro sarebbero state diverse, senza che in cambio siano mai arrivate le assunzioni e le certificazioni promesse.

Il militare è stato arrestato in flagranza di reato, mentre riceveva l’ultima tranche di una mazzetta da tremila euro. Fresco adesso si trova in una cella del carcere di Agrigento. Le indagini proseguono per ricostruire il giro di truffe che avrebbe messo in atto il 42enne.

condividi su:

Lascia un commento